Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 219.902.805
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/02/2020

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 66 µg/mc
Valmadrera: 51 µg/mc
Colico: 67 µg/mc
Moggio: 98 µg/mc
Scritto Martedì 14 settembre 2010 alle 16:37

Cremella: ordinanza in arrivo per arginare il fenomeno degli schiamazzi in orari serali

E' in arrivo un'ordinanza per disciplinare orari e livello di rumorosità prodotto dai locali nelle ore serali.
Il sindaco Guido Besana

Lo ha annunciato il sindaco di Cremella, Guido Besana, al termine di un'estate "calda" per quanto riguarda la convivenza tra residenti e pubblici esercizi.
Un problema che purtroppo si presenta ogni estate, non solo a Cremella ma in generale sull'intero territorio.
Complice la bella stagione infatti, le compagnie di giovani che frequentano bar o pub si intrattengono spesso nelle piazze o per le strade ben oltre l'orario di chiusura, infastidendo i residenti che nelle ore destinate al sonno sono spesso costretti a convivere con schiamazzi e livelli di rumorosità qualche volta davvero inaccettabili.
"E' un problema che si ripresenta ogni estate - ha spiegato il primo cittadino - e devo dire che nelle ultime settimane abbiamo ricevuto molte segnalazioni da parte di residenti disturbati oltre la mezzanotte dalla musica, ma soprattutto dagli schiamazzi prodotti da gruppi di giovani in uscita da pubblici esercizi. Sono stato addirittura costretto a richiedere l'intervento delle forze dell'ordine per mettere a freno il rumore".
Proprio per questo motivo il sindaco Guido Besana ha annunciato la volontà di predisporre un'ordinanza per disciplinare il livello di rumorosità prodotto dai locali presenti sul territorio comunale.
"E' necessario - ha concluso il sindaco - garantire ai residenti il diritto al riposo. Gli esercenti devono continuare a lavorare, rispettando però le regole di una civile convivenza con i cittadini che vivono nella zona".
Nell'ordinanza che sarà varata dal sindaco sarà anche posta particolare attenzione agli orari di chiusura dei locali.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco