Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 238.828.712
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 15 settembre 2010 alle 16:38

Missaglia: tombe abbandonate da anni al cimitero. Avviata un'indagine dal Comune

Una dozzina di tombe dimenticate da anni e ormai in stato di abbandono. E' il triste spettacolo al quale si assiste percorrendo i vialetti del cimitero di Missaglia.
Erbaccia ovunque, fiori di plastica, fotografie smunte e irriconoscibili e epitaffi sulle lapidi ormai illeggibili.
In certi casi la vegetazione è talmente rigogliosa da coprire alla vista l'immagine e persino il nome del defunto.



Uno spettacolo certo non edificante: spesso i monumenti dimenticati si trovano accanto a tombe curate invece in ogni dettaglio dai parenti, costretti a dover convivere con noncuranza e degrado.



Si tratta di tombe che ospitano le salme di persone defunte ormai da molti anni, abbandonate anche a causa dell'assenza di parenti in visita per le consuete opere di manutenzione e sostituzione dei fiori.



Una situazione già nota al comune di Missaglia che lo scorso anno aveva avviato una sorta di censimento nei tre cimiteri presenti sul territorio. Sui monumenti maggiormente danneggiati è ancora presente l'avviso collocato a fine 2009 dall'amministrazione comunale che invitava i familiari dei defunti a prendere contatti con l'ufficio cimiteriale.



E' stato quindi possibile effettuare un piccolo censimento grazie alle risposte (e alle non risposte) ottenute a seguito della campagna informativa effettuata dal comune.



"Al contrario di altre amministrazioni - ha spiegato il sindaco Rosagnese Casiraghi - non ci troviamo in una situazione di emergenza per quel che concerne gli spazi presenti nei nostri cimiteri. Quando sarà necessario trovare posto per nuovi loculi valuteremo le risposte ottenute e ci muoveremo di conseguenza".
Il comune potrà a quel punto provvedere alla notifica dello stato di abbandono di quelle tombe, i cui parenti non hanno, a distanza di mesi, risposto all'invito inoltrato dagli uffici.
Per il momento però, le condizioni delle tombe continueranno a rimanere quelle attuali.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco