Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 219.633.274
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/02/2020

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 66 µg/mc
Valmadrera: 51 µg/mc
Colico: 67 µg/mc
Moggio: 98 µg/mc
Scritto Mercoledì 15 settembre 2010 alle 18:39

Cortenuova: proteste per le campane della chiesa. Sindaco: 'Tradizione da mantenere'

Le campane di Cortenuova al centro delle proteste di un residente. Nei giorni scorsi sulla scrivania del sindaco di Monticello, Luca Rigamonti, è infatti giunta la missiva di un cittadino che abita a pochi passi dalla parrocchia di S.Redentore.
Oggetto della "protesta", il rumore delle campane, i cui decibel emessi sarebbero a suo avviso, più elevati del consentito.
Così il cittadino ha chiesto al sindaco Rigamonti di intervenire per porre freno ad una situazione non più tollerabile.
"Ho inviato al parroco don Valentino Agostoni una lettera contenente le prescrizioni che la Diocesi di Milano impone alle parrocchie in materia di rumorosità prodotta dalle campane" ha spiegato Rigamonti "invitando a prestare attenzione affinchè i decibel emessi siano compatibili con il diritto al riposo dei residenti".

La parrocchia di Cortenuova

In realtà il problema si pone solo durante le ore diurne, poichè è già da parecchi mesi che le campane sono state "spente" dalle ore 22 alle 6.
"Qualche lamentela aveva spinto la parrocchia a posticipare anche il suono dell'Ave Maria - ha proseguito il sindaco - che inizialmente veniva proposto alle 6,30 e che ora è suonato più tardi".
Un problema analogo si era verificato anche a Viganò e Verderio Superiore, dove a seguito delle proteste dei residenti, le campane erano state "spente" nella fascia serale-notturna.
"Si tratta di una tradizione che deve restare - ha spiegato il sindaco - del resto la Costituzione prevede la tutela delle confessioni religiose in tutti i loro aspetti. Le campane sono inoltre collegate all'orologio, la cui manutenzione spetta al comune in quanto svolge un'importante funzione per la popolazione intera. Ovviamente vigilerò affinchè il suono prodotto dalle campane sia compatibile con le normative acustiche".
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco