Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 242.962.289
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 30 settembre 2010 alle 16:57

Nibionno: vivace discussione in consiglio tra l'ex assessore Lavelli e l'assessore Pini

E' stato costituito nella seduta di consiglio comunale di ieri a Nibionno un nuovo gruppo consiliare. Si tratta di "L'Alternativa per Nibionno", nome scelto dal capogruppo Nadia Lavelli, ex assessore all'ambiente ed ecologia dimissionaria, del quale farà parte anche il consigliere Giuseppina D'Ulisse.


Il consiglio comunale vede ora la presenza di tre gruppi: "L'Unione per Nibionno" di maggioranza, l'opposizione "Nibionno per le Libertà" e "L'Alternativa per Nibionno", costituito per ora da soli due membri. "Vorrei ringraziare Nadia per il lavoro svolto in questi anni" ha esordito il sindaco Angelo Negri, che ha espresso la sua gratitudine nei confronti dell'ex assessore di maggioranza.



Il consigliere Nadia Lavelli

Una spaccatura avvenuta a seguito dall'adozione del piano di governo del territorio, dal quale la Lavelli e la D'Ulisse hanno voluto dissociarsi. La giunta perde dunque l'assessore all'ambiente ed ecologia; per il momento infatti, le delege saranno tenute dal primo cittadino Negri, supportato dagli altri consiglieri.


Importanti sono state poi le parole dell'assessore e vicesindaco Sergio Pini, che ha voluto esprimere un suo commento circa la formazione del nuovo gruppo consiliare. "Non può costituire che una presa d'atto da parte nostra - ha esordito Pini - A mio parere avviene però in maniera tardiva rispetto ai fatti che hanno interessato il Pgt, risalenti a febbraio-marzo". "In questi 6 mesi siamo rimasti in una situazione equivoca dal punto di vista politico, ed è stato dato uno "schiaffo" al sindaco con il quale si credeva di trovare una soluzione" ha poi continuato.



Primo da sinistra il vicesindaco Sergio Pini

"Queste sono tue fantasie, io mi baso sui fatti" ha replicato la Lavelli in risposta alle battute del vice-sindaco "Dovevo essere sicura prima di dimettermi, e se l'ho fatto è solo a causa di situazioni reali".
Una situazione ancora critica quella emersa nella seduta consiliare di martedì, alla quale per il gruppo di minoranza era presente unicamente il consigliere Bisanti Panzuti.



Il gruppo di minoranza

Al termine della seduta, il consigliere Walter Ripamonti ha voluto poi chiarire attraverso una lettera, la sua posizione rispetto al caso Pgt, dal quale ha dichiarato la sua totale estraneità. "Da parte mia non c'è mai stata alcuna pressione nei confronti dei membri della maggioranza. Mi ritengo insieme alla mia famiglia gravemente offeso da alcune esternazioni che sono state fatte" ha spiegato Ripamonti.
Al momento della lettura i consiglieri d'Ulisse e Lavelli sono però uscite dall'aula, destando il disappunto del consigliere di maggioranza.
S.A.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco