• Sei il visitatore n° 339.886.968
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 12 ottobre 2010 alle 15:02

Sirone: sopralluoghi lungo il corso della Bigiola in vista delle opere di novembre

Si sono svolti nella mattinata di oggi i primi sopralluoghi lungo il corso della roggia Bigiola, al limitare del comune di Sirone.
Il torrente, rientrante all'interno del reticolo idrico minore, era stato oggetto durante lo scorso mese di agosto di alcuni fenomeni di esondazione, causa di molteplici disagi per la cittadinanza. Lo scorso mese di ottobre il sindaco Matteo Canali aveva inoltre inviato alle amministrazioni regionali e provinciali una missiva per sollecitare la realizzazione di alcune opere di salvaguardia del reticolo idrico, auspicando la realizzazione di un intervento di manutenzione sovra - comunale a carico dell'intero corso del torrente Bevera, particolarmente soggetto negli ultimi mesi ad episodi simili.



Il primo sopralluogo condotto lungo il torrente Bigiola, dal ponte di via Cavour al confine con Dolzago, servirà a fornire un quadro generale dell'alveo e delle sponde del torrente, oggetto il prossimo 20 novembre di un intervento di pulizia ad opera di Comune, Protezione Civile e Gruppo Alpini.
"L'idea è quella di verificare le condizioni della roggia per poi procedere, a fine novembre, all'intervento di pulizia e sistemazione - ha spiegato il sindaco Matteo Canali - la scorsa settimana ci siamo incontrati con Alpini e volontari della Protezione Civile per definire una strategia di intervento. Partendo dal ponte di via Cavour ci sposteremo progressivamente sino al confine con Dolzago, pulendo gli argini e verificando l'alveo".
Tra le diverse proposte pensate per normalizzare la situazione dei torrenti, i primi cittadini di Sirone e Molteno starebbero vagliando l'ipotesi di inoltrare una richiesta di finanziamento per un intervento più specifico, volto in particolare alla realizzazione delle vasche di laminazione lungo i corsi d'acqua maggiormente esposti al pericolo di esondazione.
R.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco