• Sei il visitatore n° 345.643.958
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 14 ottobre 2010 alle 19:40

Le sbarre agli estremi della S.P. Panoramica ostacolano l’emergenza


L'ordinanza è della Provincia di Lecco ma la scelta della modalità di applicazione è del Consorzio parco di Montevecchia e della Valle del Curone. Che ha deciso di installare due sbarre alle estremità della "panoramica" SP 6 per impedire a qualsiasi mezzo a 4 ruote di accedere al lungo sterrato che congiunge Montevecchia a Sirtori. Ma è proprio il caso di oggi a confermare, semmai ve ne fosse stato bisogno, l'inopportuna modalità scelta dal Parco. Le sbarre sono invalicabili. E le chiavi sono a mani dell'Ufficio tecnico del Parco. In caso di emergenza si perdono sicuramente minuti preziosi, anche molti minuti, nel ricercare il tecnico o i comandanti delle Locali di Montevecchia e Sirtori per farsi alzare la sbarra. Poniamo un incendio, un incidente a un ciclista, un malore come quello accaduto oggi. I mezzi di soccorso non possono intervenire con la necessaria rapidità dovendo comunque trovare il reperibile che interviene con la chiave per aprire la lunga stanga. Giusto impedire l'accesso alla Panoramica anche perché dopo la frana parte della banchina a est è effettivamente molto friabile.


Ma dovrebbero bastare imponenti cartelli di divieto d'accesso e qualche opportuno controllo da parte delle Polizie Locali dei comuni confinanti per sanzionare adeguatamente chi in maniera consapevole ignora il divieto e si inoltra con l'auto lungo lo sterrato. Oggi neppure i carabinieri di Cremella hanno potuto raggiungere col proprio mezzo militare il luogo ove il povero ciclista ha perso la vita. E' toccato al comandante della P.L. di Montevecchia Claudio Andreotti portarsi fino a ridosso della sbarra di Sirtori e prendere a bordo della sua jeep di servizio i carabinieri. Meglio ripensare alla modalità di applicazione dell'ordinanza provinciale. Questa sarà anche efficace, ma può rivelarsi molto pericolosa.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco