Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 263.337.280
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 29 ottobre 2010 alle 18:57

''Luoghi e vie della fede in Provincia di Lecco'' un progetto da 2,2 milioni di € da spendere per lo più in pubblicità e marketing

L'assessore Marco Benedetti
Tra i sei progetti emblematici selezionati e in parte finanziati dalla Fondazione Cariplo e dalla Fondazione Provincia di Lecco uno in particolare ha colpito la nostra attenzione per l’entità dell’investimento, si parla di 2.250.000 €, e per la mancanza di dettagli più specifici.
Per questo motivo abbiamo chiesto alcune informazioni aggiuntive all’assessore provinciale alla cultura Marco Benedetti circa il progetto “Luoghi e vie della fede in provincia di Lecco” per quante ne siano disponibili in questa prima fase.
“Il cuore del progetto, che verrà realizzato nell’arco di tre anni ed è finanziato per 500.000 euro dalla Provincia di Lecco, per 1 milione di euro dalla Regione Lombardia ed infine per 750.000 euro dalla Fondazione Cariplo, è l’attività di comunicazione e di marketing che ci permetterà di “spendere” a livello turistico il lavoro fatto in tutti questi anni per la sistemazione e la riqualificazione dei siti di grande interesse storico-culturale di cui la nostra provincia è ricca” ha spiegato l’Assessore alla Cultura.
Gli elementi fondamentali del progetto sono due: da una parte un portale internet, per la cui progettazione e realizzazione è stata prevista una spesa di circa 280.000 euro, che conterrà tutte le indicazioni in più lingue circa i diversi percorsi religiosi e culturali presenti in provincia di Lecco, dall’altra il Centro dei servizi che farà da punto di riferimento per i turisti, data la sua posizione strategica, ovvero presso il Monastero del Lavello.
Il Centro dei servizi, la cui realizzazione costerà circa 200.000 €, prenderà la forma di una riqualificazione dell’area, che attualmente è un campo sportivo, anche in rispetto di un impegno che la Provincia di Lecco aveva preso con un protocollo del 1992.

La Canonica di San Salvatore, Barzanò


Le caratteristiche del progetto stesso potrebbero suggerire che un ruolo, anche se minore, potrebbe essere giocato da altri assessorati. “L’obiettivo è quello di sviluppare il lato economico della cultura, vogliamo fare in modo che la quest’ultima faccia da volano al turismo e quindi all’economia. Dobbiamo prendere come esempio altri paesi europei che valorizzano i propri siti culturali e soprattutto sanno accogliere i turisti prevedendo e cercando di rispondere a tutte le loro esigenze. Per questo sono stati previsti due ulteriori aree di accoglienza che raggiungano l’eccellenza in tal senso mostrando la strada all’intero territorio”.
La maggior parte dei percorsi e degli interventi sono stati già realizzati, il progetto prevede quindi più che altro la realizzazione di insegne ed indicazioni che permettano di richiamare l’attenzione e soprattutto di indicare chiaramente il sito culturale in questione, attività per la quale è stato previsto un investimento di 200.000 euro. Essendo la comunicazione il cuore dell’intero progetto per quest’ultima ed il marketing verranno spesi, si ipotizza, 110.000 euro mentre 80.000 euro saranno destinati ad attività di promozione. Come dicevamo il progetto è in una prima fase che potrebbe essere definita “esplorativa” per cui le varie voci del bilancio e soprattutto tutti gli interventi concreti non sono ancora stati definiti perfettamente.

Il monastero della Misericordia

“La cultura, e soprattutto questo progetto, sono una grande opportunità in questo momento di crisi. L’assessorato alla cultura crede fermamente nella necessità di investire in tali progetti, infatti nel 2010 sono stati investiti il 30% di fondi in più rispetto all’anno precedente. Purtroppo però, a causa dell’attuale congiuntura, i fondi diminuiscono sempre più e anche sgomitando è difficile ottenerne. Ad esempio l’anno prossimo la Regione Lombardia potrebbe non creare il bando regionale che è il cuore, attraverso la legge 9, di molti progetti culturali. Per questo motivo le opportunità, come quelle fornite dalla Fondazione Cariplo e dalla Fondazione della Provincia di Lecco, devono essere sfruttate il più possibile”
.
L’asset strategico del connubio cultura-turismo è, secondo l’assessore Benedetti, fondamentale per il nostro territorio. “Soprattutto in previsione di Expo 2015 dobbiamo credere nel nostro territorio che può rendere concreto il turismo delle visite di prossimità sfruttando la vicinanza con Milano”.
In tutto questo il ruolo di Merate è tutt’altro che marginale. “Credo che il meratese solo nella Provincia di Lecco possa avere il ruolo di primo piano che gli spetta essendo la seconda città del territorio, mentre nella Provincia di Monza Brianza avrebbe solo un ruolo marginale. La testimonianza dell’importanza rivestita dal meratese è fornita dalla quantità e dalla qualità dei progetti che hanno proprio in Merate ma anche negli altri paesi limitrofi il loro fulcro ed il loro palcoscenico. Si pensi ad esempio all’Omaggio a Morlotti, al festival Caffeine, a Ultima luna d’estate, a Merate musica, al ruolo centrale che Villa Greppi acquisisce sempre di più”.
Per quanto riguarda “Luoghi e vie della fede in provincia di Lecco” il meratese sarà sicuramente coinvolto con riferimento ad esempio il Monastero di Missaglia, il cammino di S. Agostino che coinvolge Barzanò, la chiesa di San Colombano di Arlate.
Carolina Dell'Oro
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco