Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 310.657.798
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 30 ottobre 2010 alle 09:18

Nibionno: crediamo sia ora di cambiare il modo di fare politica

Non è possibile subire l’ennesimo litigio tra la maggioranza e l’opposizione sui lavori relativi alla nuova scalinata nei pressi del cimitero di Tabiago, oppure assistere ad inutili critiche su superflue dichiarazioni relative al PGT del Paese (si vedano le dichiarazioni del Vice Sindaco relative all’uscita dell’Assessore Nadia Lavelli). E’ proprio questo scontro verbale su tali questioni bagatellari rispetto ai reali problemi di Nibionno che ci fa riflettere ed irritare. Se è vero che la politica, anche quella locale, è portatrice di esigenze sociali e rappresenta realmente un mezzo per fare del bene alla cittadinanza ed al paese di Nibionno, allora noi crediamo che si possa digerire queste energie, risorse e tempo sulle attuali difficoltà che sta attraversando il paese in questo momento, per risolverle (si pensi anche ai 16.000 euro spesi per la realizzazione di piste ciclo-pedonali lungo tutto il territorio). Crediamo che Nibionno debba essere considerato più concretamente nelle sue reali esigenze, le quali sono, sia di carattere etico-morale (si pensi all’uscita dalla maggioranza dell’Assessore Nadia Lavelli e del Consigliere Giuseppina D’Ulisse) che, più strettamente, di rilievo socio-economico. Con queste ultime ci riferiamo ai problemi della criminalità in paese (alla rissa avvenuta al Flyer Cafè di Nibionnno lo scorso febbraio, ai furti nelle abitazioni ed anche alla Piazza Parini, oggetto di sporcizia e presa d’assalto dai writers), alla sicurezza stradale (innumerevoli gli incidenti stradali sul tratto di strada della SS36 e del continuo rilento nella realizzazione delle rotonde nella SP 342) ed alla attuale crisi economica (si veda come paradigma la “fuga” della Icam da Nibionno). In virtù di quanto sopra esposto crediamo che ci sia seriamente bisogno di moderare ed abbassare il livello di scontro tra maggioranza ed opposizione. Bisogna tornare a considerare le reali esigenze della gente di Nibionno e, per fare ciò, devono essere scansate ripicche ed irritazioni personali per il bene comune.
Francesco Spinato UDC verso il Partito della Nazione -Anna Mapelli
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco