• Sei il visitatore n° 361.815.933
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 10 novembre 2010 alle 22:38

Situazione furti nel casatese

Davvero preoccupante è la situazione del comune di Casatenovo. Dal 1 gennaio al 31 agosto 2010 sono stati commessi ben 66 furti. O meglio, questa sarebbe la situazione che emerge dai dati in possesso della Prefettura, il che significa che il numero è presumibilmente ancora più elevato. Non sempre infatti, le vittime di furti denunciano alle forze dell'ordine i fatti subiti.
A Casatenovo sono stati messi a segno 66 "colpi"; se consideriamo che il comune si estende su una superficie pari a 12,7 Km, il rapporto è di 5,2 furti ogni kmq.

La tabella sui furti nel casatese da gennaio ad agosto 2010
I dati sono ordinati in maniera decrescente secondo il rapporto furti/kmq


In effetti l'ondata di criminalità che aveva investito il casatese la scorsa primavera-estate non era passata di certo inosservata. Ogni giorno non mancavano spunti di cronaca su furti commessi in ogni angolo del territorio, dal capoluogo a Campofiorenzo, passando per Valaperta, Galgiana e Rogoredo.
Un'escalation che sembra essere tornata alla ribalta negli ultimi giorni. Non per nulla il sindaco Antonio Colombo ha deciso di stanziare 300mila euro per ampliare la caserma dei carabinieri di Casatenovo e potenziarne l'organico.
Allargando il campo al casatese in generale, al secondo posto per maggior numero di furti commessi ogni kmq troviamo Barzanò. In questo caso da gennaio ad agosto si sono registrati 16 reati, 4,46 ogni Kmq. L'ondata di criminalità che aveva investito in quei mesi il territorio, aveva coinvolto soprattutto la frazione di San Feriolo, decisamente bersagliata dalla criminalità, nelle settimane immediatamente precedenti alla stagione estiva.
A seguire c'è Sirtori con 15 reati segnalati alla Prefettura, su un territorio di 4,3 kmq, ovvero 3,48 furti commessi ogni kmq. In effetti il comune sirtorese è caratterizzato dalla presenza di ampie zone residenziali presenti soprattutto sulla sommità della collina.
Alto anche il valore di Monticello, che registra 15 furti. Ogni kmq in questo caso, ne sono stati messi a segno 3,2. A seguire troviamo Missaglia con 28 ''colpi''; un dato elevato che va a scontrarsi con il rapporto Kmq, più basso di altri comuni limitrofi e pari a 2,4.
I dati più incoraggianti arrivano invece da Castello Brianza e Cremella dove in 7 mesi sono stati commessi rispettivamente 2 e 1 furto, come a Viganò.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco