Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 214.914.793
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/11/19

Lecco: V.Sora: 74 µg/mc
Merate: 73 µg/mc
Valmadrera: 77 µg/mc
Colico: 68 µg/mc
Moggio: 96 µg/mc
Scritto Venerdì 10 dicembre 2010 alle 15:35

Valmadrera: ordinanza per vietare i ''botti di capodanno''


Secondo l'ordinanza del Sindaco di Valmadrera, Marco Rusconi, sul territorio cittadino sarà vietato, per il periodo compreso tra il 24 dicembre 2010 e il 2 gennaio 2011, l'accensione e lo scoppio di giocattoli pirici appartenenti alla IV e V categoria (di cui fanno parte, rispettivamente, artifici e prodotti affini negli effetti esplodenti e munizioni di sicurezza e giocattoli pirici), nonché l'accensione e lo scoppio di qualsiasi altro giocattolo pirotecnico di libera vendita, nei luoghi pubblici, e in ogni caso a non meno di 30 metri di distanza dagli edifici, fatto salvo quanto previsto dalle leggi vigenti per la materia degli esplodenti e degli artifici. La sanzione per i trasgressori andrà da un minimo di 25 ad un massimo di 500 euro.
Scopo dell'ordinanza è quello della sicurezza pubblica, al fine di preservare l'incolumità dei cittadini dall'uso improprio e spropositato di giochi pirotecnici ed esplosivi che nel periodo natalizio e di fine anno risultano spesso causa di incidenti e pericolo alla salute dell'uomo nonché fonte di disturbo alla quiete pubblica, specialmente nelle ore notturne.
Secondo quanto prescritto dalla legge, i giocattoli pirici classificati di IV e V categoria, possono essere detenuti solo da esercizi commerciali in possesso dell'autorizzazione di polizia amministrativa abilitante alla vendita degli stessi, mentre possono essere venduti soltanto a persone maggiorenni, le quali, per utilizzarli, devono anch'esse richiedere un'autorizzazione di polizia al Sindaco. Per quanto concerne i giocattoli pirici liberamente commerciabili ed i prodotti non esplodenti, gli stessi possono essere venduti ai maggiori di 14 anni e devono riportare sulla confezione l'indicazione "giocattolo pirico di libera vendita", la nota ministeriale di riconoscimento, la classificazione e il divieto di vendita per limite di età.
Adele Maggi
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco