Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 262.361.589
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 21 gennaio 2011 alle 16:35

Idrolario: il 28 gennaio l’assemblea

Sei milioni di euro di investimenti spalmati su cinque interventi in altrettanti comuni della provincia di Lecco. A tanto ammonta la prima tranche di lavori da poco deliberati dal Consiglio di Amministrazione di Idrolario, la società pubblica che gestisce il ciclo idrico-integrato sul territorio provinciale. E per poter procedere con la richiesta di finanziamento alle banche il presidente, Ermanno Buzzi, ha convocato per venerdì prossimo, 28 gennaio 2011, l'assemblea ordinaria dei soci.

"I sindaci dei comuni che partecipano a Idrolario saranno chiamati a deliberare in merito all'assunzione di un mutuo che andrà a coprire il fabbisogno finanziario necessario a cinque importanti opere - spiega Buzzi, che entra nel dettaglio degli interventi - 600.000 euro serviranno per la fognatura di Aizurro nel comune di Airuno, 320.000 andranno al completamento della seconda linea dell'impianto di depurazione di Calco-Toffo, circa 2,6 milioni di euro sono previsti per l'impianto di depurazione di Nibionno".

E, ancora, sarà di 1 milione di euro circa il costo per l'adeguamento dell'impianto di depurazione di Lomagna con vasca di accumulo e filtrazione finale, mentre l'adeguamento dell'impianto di depurazione di Valmadrera richiederà 1,7 milioni di euro.

Idrolario potrà contare anche su contributi pubblici per circa 2 milioni di euro; l'avvio dei lavori è previsto per il primo semestre 2011.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco