Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 234.294.846
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 28 gennaio 2011 alle 08:53

Molteno, sindaco: la Soprintendenza non evidenzia alcun vincolo sulle ville Bosisio e dei Pini

“Su Villa dei Pini e Villa Bosisio non esiste alcun tipo di vincolo di tipo storico o archeologico e, pertanto, non risultano di competenza della Soprintendenza dei Beni artistici e culturali”.

Con queste parole il sindaco di Molteno Mauro Proserpio mette fine alla lunga “bagarre” iniziata lo scorso novembre a proposito dei due PII del centro paese, riguardanti l’abbattimento delle due ville definite “storiche” da parte dei gruppi di opposizione.
A seguito dell’incontro con l’arch. Rostagno della Soprintendenza, avvenuto lo scorso giovedì a Milano, il primo cittadino ha potuto così visionare il verbale del sopralluogo effettuato dai tecnici sul finire del 2010, riscontrando appunto la mancanza di vincoli di interesse storico o di altro tipo all’interno delle due ville.

Il progetto di Villa Bosisio

“Il verbale relativo al sopralluogo mi è stato consegnato a mano, ed è già stato protocollato presso gli uffici comunali – ha proseguito Proserpio – per quanto riguarda Villa dei Pini non sono emersi profili di competenza da parte della Soprintendenza, né vincoli di alcun genere. Per quanto riguarda invece Villa Bosisio, il verbale conferma quanto già avevamo pronosticato: l’edificio non risulta vincolato, mentre lo sono invece le prospettive future del comparto e del paesaggio legato ad esso. Con l’intervento previsto in Villa dei Pini, inoltre, sarà possibile inserire le piante d’alto fusto di pregio all’interno del parco del vicino asilo, tutelandole e facendole automaticamente diventare piante monumentali”.



Il sindaco Mauro Proserpio

Il parere della Soprintendenza spegne dunque a distanza di alcuni mesi le polemiche innescate a livello comunale e provinciale dalla missiva inviata dall’assessore provinciale Benedetti proprio alla Soprintendenza per i beni artistici e culturali, evidenziando alcune perplessità circa l’abbattimento delle due ville storiche per fare spazio a nuove palazzine. “La riprova della bontà di questa mia azione – aveva commentato a suo tempo Benedetti - sta nel fatto che la Soprintendenza si è immediatamente attivata mandando una lettera all’amministrazione, dalla quale emerge che entrambe le aree, secolari, sono soggette a vincolo e una delle due presenta anche un vincolo di valenza archeologica in quanto situata in prossimità di una chiesetta nel centro storico”.

Il parere espresso della Soprintendenza apre invece le porte alla prosecuzione degli iter legati ai due PII di Villa Bosisio e Villa dei Pini, con la convocazione delle Conferenze dei Servizi e i passaggi in Consiglio Comunale previsti dal regolamento.
R.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco