Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 217.910.981
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 20/01/2020

Lecco: V.Sora: 69 µg/mc
Merate: 64 µg/mc
Valmadrera: 78 µg/mc
Colico: 62 µg/mc
Moggio: 84 µg/mc
Scritto Giovedì 27 gennaio 2011 alle 15:29

Suello: Spreafico (PD) critica la stazione Erg: 'disattesi gli impegni presi sul metano'

La critica, dura, è arrivata dal consigliere regionale Carlo Spreafico: “Il distributore Erg di Suello sblocchi immediatamente la situazione relativa al metano, oppure lasci fare ad Acel service”.
Le parole di Spreafico sono chiaramente riferite all’annosa vicenda relativa all’allacciamento del metano alla stazione di servizio collocata lungo la statale Milano – Lecco, da anni in attesa dei 950 metri di tubature necessarie a portare il gas dal cavalcavia della strada Annone – Cesana alla stazione di rifornimento, già pronta con gli impianti e le concessioni necessarie all’avvio della distribuzione del gas metano.



Il distributore Erg di Suello, sulla statale 36 Milano - Lecco

L’importanza strategica della stazione di servizio in questione è testimoniata dall’assoluta mancanza, sull’intero territorio provinciale, di impianti di distribuzione del metano, combustibile sempre più diffuso per i veicoli in commercio e in grado di produrre minori emissioni inquinanti.
“E’ inaccettabile che, dopo quasi 7 anni, non si sia ancora risolta la questione di un distributore di gas metano in provincia di Lecco come previsto dal piano regionale carburanti. E’ evidente che Erg a Suello non è stata in grado di garantire gli impegni presi. Non è pensabile che Regione Lombardia continui a seguirla su strade che
Il consigliere regionale
Carlo Spreafico
 fanno perdere del tempo, penalizzando gli utenti e non consentendo in provincia di Lecco di avere alcun rifornimento di questo carburante indispensabile per migliorare la qualità della mobilità ambientale”
ha commentato Carlo Spreafico, consigliere segretario dell’Ufficio di Presidenza a proposito del ritardo nella realizzazione dell’impianto, vicenda sulla quale nel novembre scorso era intervenuto nel corso di un question – time a margine del Consiglio regionale.
“I soldi del finanziamento regionale che dovevano sostenere questo investimento vanno utilizzati immediatamente da chi è in grado di risolvere in tempi credibili un problema che si trascina dalle calende greche. Il tentativo di Erg di riaprire la procedura di allacciamento del distributore alla rete della Snam, chiedendo la convocazione di una nuova conferenza di servizi, rischia di essere esclusivamente un modo per perdere altro tempo. Quindi, secondo Spreafico, se ci sono le condizioni per un accordo tra privati, Snam ed Erg per l’allacciamento del metanodotto al distributore, lo si deve dimostrare subito. Oppure si trovi un altro fornitore disponibile e operativo come potrebbe essere l’Acel di Lecco. I cittadini e gli utenti non possono più aspettare. L’alternativa alla strategia della Erg è Acel che può realizzare in tempi strettissimi un impianto nella stessa zona senza avere problemi. A questa soluzione dovrebbero andare anche i finanziamenti di Regione Lombardia, onde poter finalmente rendere possibile il passaggio di molti automobilisti a questo carburante essenziale nella lotta all’inquinamento dell’aria”.
Sorpreso dalle parole di Spreafico il sindaco di Suello Carlo Valsecchi, da tempo attivo nel monitoraggio dell’annosa questione legata al mancato allacciamento dell’impianto con la rete metano.
“Le reti di Acel passano esattamente dove passano quelle di Snam, la società che sta preparando il progetto per portare il metano alla Erg – ha commentato il primo cittadino – se c’è qualcuno che veramente è stato penalizzato da tutta la vicenda è proprio la stazione di servizio, che ha investito parecchio denaro nella realizzazione degli
Il sindaco di Suello
Carlo Valsecchi
impianti di distribuzione e nell’ottenimento della concessione a erogare questo gas, ottenuta nel 2004. Nel 2009, inoltre, il nostro Comune si è opposto al progetto iniziale di Snam che prevedeva un tracciato molto articolato per raggiungere la stazione di rifornimento, attraversando peraltro terreni posti sotto vincolo paesaggistico senza che vi fosse il parere favorevole della Soprintendenza. Da allora Snam deve presentare il nuovo progetto in Provincia, e a sua volta la Provincia dovrà convocare una nuova conferenza dei servizi. La procedura è sovracomunale, e in questo la stazione Erg non ha alcuna colpa”.

Di tutt’altra opinione il consigliere regionale Spreafico, determinato a voler affidare il servizio ad Acel qualora non si arrivi in tempi brevi a una svolta nella questione. “Non mi interessa di chi è la colpa, il distributore ha promesso di erogare metano e ad oggi non è ancora stato in grado di farlo. Pare ci sia un problema nel trovare un accordo sul passaggio dei tubi: Acel passa nelle vicinanze della stazione, allacciarsi a loro è davvero semplice. Se il distributore non è in grado di farlo non può far pagare questo suo ritardo ai cittadini”.


Roberto Bonfatti
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco