Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 242.776.734
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 27 gennaio 2011 alle 21:43

Oggiono: precisazioni di Brambilla sull'ultimo consiglio

Nel mio intervento effettuato durante il consiglio comunale del 26 gennaio 2011 ho riconosciuto il valore e l'importanza dei due gruppi musicali fin dall'inizio; dalle parole del consigliere Acerbi sembra che il mio intervento non abbia riconosciuto l'operato dei gruppi, ma sia stato solo di contrapposizione al sindaco.

I miei interventi in Consiglio Comunale possono partire bene, finire in un modo, finire in un altro, non spetta affatto a lei dirmi come impostare il mio intervento e cosa dire, non è un problema suo e dei suoi colleghi di maggioranza.

Io esprimo alcune idee e considerazioni, se lei ha altri pensieri intervenga pure, ogni consigliere ha diritto ad esprimersi. Essere "consiglieri silenti" o meno (come ha detto lei) non è affatto un mio problema, se loro vogliono parlare lo facciano, se vogliono stare zitti, lo facciano.

"... abbiamo una dignità, una nostra onorabilità, è doveroso da parte mia dire che siamo stufi di queste sue offese, di questi sui attacchi.". Questo è il pezzo più "incredibile"! Sfido chiunque, nel rileggere le mie parole, ad individuare le offese che avrei arrecato ai consiglieri "non più silenti" della maggioranza. Sono intervenuto in maniera pacata e misurando le parole. Se parole come "... un sindaco che è apparso se non indifferente al tema, quanto meno un po' frettoloso, un po' sbrigativo..." sono offensive... beh... inutile anche che io replichi al consigliere Acerbi! Dove sarebbero queste offese? "Frettoloso" è offensivo? "Sbrigativo" è offensivo? Qui si ribalta la realtà, si dipingono le persone a proprio gusto e piacimento, le si fanno passare per "offensive" quando invece nulla di tutto questo è avvenuto nel dibattito di ieri sera.

Enrico Brambilla - Insieme per Oggiono
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco