Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 234.511.847
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 28 gennaio 2011 alle 12:05

Oggiono: i ragazzi di terza media in uno spettacolo teatrale per ricordare la Shoah

Nel 1943 a Liseux, un paesino sperduto tra le colline francesi, per ordine di Klaus Barbie, un comandante SS, tre carri di soldati tedeschi irruppero durante la cena in un orfanatrofio di bambini ebrei. Li caricarono tra lo stupore e il panico degli abitanti, e dopo due giorni i piccoli prigionieri furono tutti uccisi nel campo di sterminio.


E' stato forse questo episodio a fornire a Schnur Steven lo spunto per scrivere il racconto per ragazzi che ha accompagnato gli alunni delle classi III D e F dell’Istituto Comprensivo Scolastico di Oggiono.
I giovanissimi attori hanno celebrato la Giornata della Memoria con la rappresentazione teatrale “Il segreto di Mont Brulant” tratto appunto dall’omonimo romanzo dello scrittore Schnur Steven.


Lo spettacolo è andato in scena nell’aula magna della Scuola Secondaria di I grado “Marco d’Oggiono” sotto gli occhi di un pubblico emozionato e coinvolto.
La serata è stata introdotta dal dirigente scolastico Romolo d’Antonio che ha ringraziato il contributo fornito dall’Amministrazione Comunale e dalla Civica Biblioteca di Oggiono.



Da sinistra a destra: il sindaco Roberto Ferrari, l'assessore all'istruzione Giuseppina Gerosa
e il dirigente scolastico Romolo d'Antonio

Sul palco è intervenuto anche il sindaco di Oggiono, Roberto Ferrari, che ha voluto correlare il 27 gennaio ad un’altra data importante per l’Italia: la Giornata del Ricordo (11 febbraio), giorno in cui la nazione è invitata a ricordare anche le persecuzioni dei suoi connazionali dalmati.


Ferrari ha affermato che “ricordare è importante affinché gli eventi passati non si ripetano più, nonostante ancora oggi nel mondo vi siano persecuzioni religiose, etniche e sociali. Questi episodi di malessere dell’uomo devono essere stroncati sul nascere.”


Alla regia del gruppo di studenti un capocomico d’esperienza, l’attore Giorgio Galimberti, che da alcuni anni collabora con la scuola secondaria di Oggiono, trasmettendo ai ragazzi le sue conoscenze e passioni teatrali.
Gli studenti, sapientemente guidati in questo percorso dalle professoresse Talarico, Riva e Veltre, hanno affrontato la lettura dell’opera di Steven, cui sono seguiti dodici incontri da due ore ciascuno per le prove della riduzione teatrale del romanzo.



Le professoresse credono che questa tipologia di esperienze sia un’opportunità testimonianza per gli alunni. A loro è stato affidato infatti il difficile compito di tramandare il ricordo della Shoah. Durante gli incontri sono state riscontrate alcune complicazioni sia di tipo tecnico (le scene sono tutte corali, con molti attori che interpretano ruoli sempre diversi) e sia per quanto riguarda l’età degli attori. Infatti, questi ultimi non hanno avuto la possibilità di avere un ricordo diretto del periodo della Seconda Guerra Mondiale da parte dei nonni a causa della giovanissima età degli studenti.


La rappresentazione tratta proprio della difficoltà del ricordo e di fare i conti con il proprio rimorso, proponendo i temi del razzismo, dell’intolleranza e della necessità del ricordo. La potenza del linguaggio teatrale diviene strumento di comunicazione universale per valorizzare una memoria viva che divenga coscienza forte e presente per un futuro salvo da odi razziali e religiosi.


A corredo della serata alcuni volontari del Comitato Genitori hanno organizzato una vendita di torte il cui ricavato è stato devoluto alla scuola per la realizzazione dei progetti scolastici dell’anno scolastico.




Giacomo Corti
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco