Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 238.401.196
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 01 febbraio 2011 alle 08:56

Viganò: 67 nuovi abitanti nel 2010, di cui solo 12 stranieri. Popolazione a quota 2mila

Il 2010 ha rappresentato per il Comune di Viganò un’annata “storica” sotto il profilo della demografia, facendo raggiungere al piccolo paese brianzolo la fatidica soglia dei 2000 abitanti in soli 1,6 kmq di superficie territoriale.

Grazie ai 67 nuovi abitanti giunti a Viganò nel corso del 2010, al 31 dicembre la popolazione residente ha toccato quota 2.015 presenze, con il duemillesimo abitante registrato presso gli uffici demografici nel mese di novembre.

Un traguardo notevole quello registrato da questo comune, ricoperto per circa 1/3 della sua superficie dal Parco del Curone e per la restante parte quasi esclusivamente “tappezzato” da edifici, strade, aree artigianali, proprietà private, tanto da relegare gli ultimi spazi di verde pubblico al solo parco Onissera e a quello di Villa Nobili, ultimi baluardi di natura al di fuori dei confini del Parco.

Tornando all’andamento demografico, l’aumento di popolazione rilevato nel 2010 appare in linea con quello dell’ultimo decennio, caratterizzato da un lento e costante aumento di popolazione dal 2005 ad oggi.

Estendendo il periodo di osservazione, è facile notare come negli ultimi 30 anni Viganò sia stata teatro di un massiccio flusso migratorio, passando dai 1.200 abitanti del 1982 ai 2.015 del 2010, con oltre 800 ingressi di nuovi abitanti.

Venendo ai dati dell’anno da poco concluso, il 2010 ha visto arrivare in paese ben 23 nuovi nati, con un vero e proprio boom di maschietti (15 fiocchi azzurri rispetto ai “soli” 8 fiocchi rosa).

Nonostante l’arrivo di un così nutrito numero di giovani viganesi, l’anno ha fatto segnare un saldo naturale leggermente negativo con 25 decessi a fronte delle 23 nascite.

L'abitato di Viganò

Fortemente positivo il saldo migratorio, con 135 nuove presenze in paese e 66 cambiamenti di residenza da parte della popolazione verso altri Comuni o Stati.
Da segnalare, a questo proposito, il basso apporto di cittadini provenienti da Paesi esteri giunti a Viganò in sole 12 unità nel corso dell’anno.
Un apporto che ha contribuito a mantenere pressochè costante il numero di stranieri residenti in paese, con 129 cittadini suddivisi in 56 famiglie e provenienti da 24 nazioni diverse.
Tra le comunità più numerose spiccano per numero di presenze quella marocchina (29 presenze) e albanese (17), seguita da Romania (14), Egitto (10), Ecuador (10) e Sri Lanka (9).

R.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco