Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 238.399.596
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 01 febbraio 2011 alle 16:32

Nibionno: ponte sulla sp342, approvato il preliminare, ma la Regione 'blocca' i fondi

E' stato recentemente approvato dalla giunta provinciale, il progetto preliminare relativo alla realizzazione del nuovo ponte sul Lambro. Un'opera che andrà a sostituire l'attuale struttura della Sp342, all'altezza del comune di Nibionno, in località Gaggio.
Il nuovo ponte ha richiesto una progettazione particolarmente complessa, e a testimonianza di ciò vi è l'ammontare della spesa, stimata in circa 2milioni di euro, interamente finanziati dalla Regione.
L'obiettivo è quello di mettere in sicurezza la viabilità a cavallo tra le province di Lecco e Como, mediante la ricostruzione del ponte, con un conseguente allargamento della carreggiata, il cui calibro avrà una larghezza complessiva di 10,5 metri.

Un'immagine della zona interessata dai lavori

La struttura è infatti situata al confine tra Nibionno e Inverigo e oltre alla ricostruzione del ponte e all'adeguamento del calibro stradale, sarà necessario effettuare altri interventi, come il rifacimento della tombinatura e il raccordo tra la nuova sede stradale e l'attuale rotonda presente in località Gaggio.
La necessità di realizzare l'opera è data dalla natura dell'arteria particolarmente trafficata, in quanto funge da collegamento tra i due territori provinciali, rendendosi qualche volta, teatro di sinistri stradali di una certa entità.
Il percorso per arrivare alla realizzazione della nuova struttura però, sembra ancora piuttosto lungo. Nonostante la Regione abbia da tempo messo a disposizione i fondi per i lavori in programma, lo scorso dicembre è stato comunicato alla Provincia il congelamento del trasferimento, sino a data da destinarsi. L'opera dunque non potrà partire sino a quando dal Pirellone non sarà concesso l'Ok.
"Continuiamo la progettazione nonostante questa comunicazione da parte dell'amministrazione regionale - ha commentato l'assessore ai lavori pubblici Stefano Simonetti - affinchè l'iter tecnico possa fare il suo corso indipendentemente dalla situazione economica. C'è da dire che avendo violato il patto di stabilità, anche in assenza del contributo regionale l'opera avrebbe dovuto essere rinviata, poichè siamo impossibilitati a contrarre mutui".
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco