Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 219.859.835
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/02/2020

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 66 µg/mc
Valmadrera: 51 µg/mc
Colico: 67 µg/mc
Moggio: 98 µg/mc
Scritto Lunedì 07 febbraio 2011 alle 14:28

Barzanò: un bilancio del 2010 all'assemblea degli alpini

Il 23 di gennaio 2011, i Soci Alpini del Gruppo di Barzanò, si sono radunati in Baita, in occasione della Assemblea Annuale, nella quale il Presidente Onorario, Antonio Scaccabarozzi, l Capo Gruppo Giancarlo Frigerio, affiancati dal Tesoriere Valentino Riva e dal Segretario Cesare Corbetta, hanno dato atto alla relazione morale e al bilancio consuntivo di quanto realizzato nel corso dell'anno trascorso.
Si ritiene doveroso, attraverso questa pagina, raccogliere e portare a conoscenza agli Alpini, agli Amici e simpatizzanti che non hanno potuto essere presenti, le riflessioni sulla recente attività, che ha avuto come punto focale le commemorazioni per l'85° anno di fondazione del Gruppo, avviate ufficialmente il giorno 12 Dicembre 2009 con la presentazione del libro "Me regordi che quand s‘eri a suldaà in di Alpini..." e conclusa con il concerto della Banda Sezionale e la consegna delle borse di studio "U. Merlini a.m.".



Si è ulteriormente sviluppato lo spirito di aggregazione del Gruppo, con la crescente partecipazione e maggiore frequentazione della Sede da parte dei Soci; questo è stato il risultato della realizzazione del libro, per il quale sono stati contattati tutti Soci e gli Amici iscritti, creando la premessa per un rapporto migliore, anche nei confronti di coloro che non partecipavano attivamente alla vita associativa.
Orgoglio di tutti i Soci e Amici, è sapere che questo libro è candidato ad un concorso nazionale, promosso dalla Sezione ANA di Susa, sulle testimonianze della vita alpina e ci si augura un apprezzamento.
La nuova iniziativa della "Posta Alpina", gesto significativo, concorre a mantenere i contatti con i Soci; l'iniziativa, strada facendo, ha coinvolto non solo i Soci, ma anche la popolazione, le Istituzioni e altre Associazioni, raccogliendo consensi e apprezzamenti..
In occasione dell'85° di fondazione, il Presidente Sezionale Luca Ripamonti, ha sottolineato la necessità di promuovere la cultura e, a tale proposito, si ritiene che le iniziative realizzate dal Gruppo, siano in linea con questa esigenza, che implica il dovere di non perdere la memoria del passato di Alpini e perseguire il presente, come Associazione, dalla quale tutto ciò che scaturisce dalla costruttiva attività, sia dato e condiviso ad una cerchia sempre più vasta di persone; è il dovere che gli Alpini hanno da compiere, l'eredità morale delle precedenti generazioni di Alpini, perché si trasmetta e si diffonda la solidarietà alpina alla gente e soprattutto ai giovani, perché sappiano donare senza nulla chiedere.



Fra le tante gioie, soddisfazioni e l'orgoglio del Gruppo di Barzanò, l'Alpino Ivano Vukmirovic è stato eletto "Alpino della Sezione 2010"; un riconoscimento indiscutibilmente meritato, per questo Alpino, che nonostante le sue difficoltà, è sempre attivo nella vita associativa..
Alla memoria dell'Alpino Livio Montanelli, una delle pietre miliari del Gruppo, reduce di Russia e prigioniero in campo di concentramento, sono state conferite onorificenze, da parte del Sig. Prefetto di Lecco e dal gruppo Alpini di Castello Brianza; nel suo Paradiso, il Generale Cantore, lo avrà sicuramente encomiato per tutto questo.
Gli Alpini di Barzanò non intendono tediare il lettore, ma ritengono sia giusto dare una scorsa all'agenda delle prevalenti attività e manifestazioni, senza riepilogare le minori, comunque significative, sostenute nell'anno trascorso, quali: a maggio l'Adunata Nazionale a Bergamo; a luglio la 30^ Festa Alpina con l'allestimento della Mostra Filatelica e le operazioni di annullo postale a memoria dell'Anniversario di Fondazione; il 4 luglio il festeggiamento solenne per l' 85° anno di fondazione con il proseguimento della Festa Alpina e l'allestimento della mostra pittorica "a tema" dello stimato pittore e socio Alpino Livio Cazzaniga; a settembre il raduno al Pian delle Betulle; a settembre la S. Messa in Parrocchia officiata in onore del Beato Don Gnocchi; a ottobre la consueta castagnata con vin Brulè; il 4 novembre la commemorazione al Parco delle Rimembranze in compagnia dei ragazzi delle 5^ elementari di Barzanò.
Il 12 Novembre è stata una giornata significativa, nella quale hanno ricevuto in Sede, graditi ospiti, tutti i ragazzi delle classi 5^ elementari di Barzanò, con la proiezione di un filmato in tema "Ma chi sono questi Alpini", con grande partecipazione e interesse.
Infine l'11 Dicembre, niente di meglio potevano augurarsi per la chiusura dei festeggiamenti per l'Anniversario di Fondazione, se non l'organizzazione del concerto annuale della Banda Sezionale degli Alpini, che ha prodotto un entusiasmante concerto e accompagnato con sapienza e capacità la manifestazione per la assegnazione delle Borse di Studio alla memoria del Presidente Ugo Merlini, i cui beneficiari, scelti dalla apposita Commissione, sono stati gli studenti Platti Mauro e Platti Carolina (Pasturo), Minchiotti Francesca (Maggianico), Frigerio Michele e Cazzaniga Chiara (Barzanò).
Oggi per gli Alpini di Barzanò inizia un altro anno e nuovi valori andranno ad aggiungersi ai precedenti.



Nella loro Sede hanno avviato le opere per l'eliminazione delle barriere architettoniche, integrando e arricchendo la struttura con un ascensore, per permettere ai soggetti diversamente abili e comunque a tutti coloro che hanno difficoltà di deambulazione, di poter raggiungere la sala riunioni; la nuova struttura inoltre servirà per ridurre i pericoli derivanti dall'uso delle scale, durante le necessità di servizio.
E' un progetto ardito che affrontano, come sempre con entusiasmo ed energia, facendo affidamento sulle risorse economiche derivate dalla Festa Alpina dell'anno precedente, ipotecando quelle che saranno i proventi della prossima in fase di organizzazione.
Ma la vera e unica ricchezza deriva sempre ed esclusivamente dal contributo degli Alpini, degli Amici e dei Simpatizzanti che investono il loro tempo e le loro energie durante le nostre Feste Alpine, nei convivi in Sede e nelle diverse iniziative o manifestazioni, ed è a quegli Alpini e Amici, che non potendo prestare materialmente la loro opera a causa dei loro doverosi impegni quotidiani di lavoro, che offrono spontaneamente e silenziosamente il loro contributo a sostegno.
Questa è la loro ricchezza, identificata nello spirito alpino, che non troverà mai raffigurazione su alcuna moneta e che vogliono distribuire a tutti, senza alcuna misura, perché inesauribile.
Gli Alpini di Barzanò, ringraziano tutti coloro che hanno contribuito ad ottenere questi risultati e per quanti altri ne otterranno in futuro e attendono nella loro Sede tutti gli altri Soci e Amici per stringere loro la mano e per invitarli a seguirli sulla strada che conduce alla aggregazione, alla solidarietà e alla ricchezza dello spirito alpino.
L'alpino Raffaele Colombo - Addetto Stampa
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco