Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 238.954.892
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 07 febbraio 2011 alle 23:59

Casatenovo: il 18 si saprà il master plan scelto, ma Zucchi sembra in netto vantaggio

Cino Zucchi
La notizia ufficiale sarà comunicata solo nella serata di venerdì 18 febbraio, nel corso del consiglio comunale. Sembra che il progetto scelto dall'amministrazione comunale nell'ambito della creazione del nuovo centro, sia quello presentato da Cino Zucchi che l'avrebbe spuntata sul collega Mario Botta.
Come dicevamo si tratta solo di un'indiscrezione che dovrebbe essere ufficializzata durante la seduta consiliare del 18.
Si è giunti dunque alla conclusione di un percorso durato diversi mesi. Dopo una prima fase pubblica, nel corso della quale i master plan sono stati presentati alla popolazione, la palla è passata alla commissione ad hoc costituita per decidere quale dei due fosse più idoneo per la Casatenovo che verrà.
Il progetto di Cino Zucchi prevede la creazione di una piazza inserita tra Via Giovenzana e Via Manzoni, dove attualmente sorge il comparto produttivo Vismara. L'edificio sarà completamente abbattuto, eccezion fatta per la palazzina ospitante gli uffici che si affaccia su Piazza del Lavoro e che rimarrà di proprietà della famiglia Ferrarini.
L'architetto ha poi collocato in Via Manzoni, una particolare struttura disposta su tre piani, a base triangolare. Essa sarà dotata di un porticato, così come le strutture che circonderanno il perimetro della piazza.
Per quanto riguarda invece la zona dei capannoni dismessi dell'ex Vister, il professionista ha previsto una serie di edifici degradanti che faranno da contorno ad un vasto parco urbano. Un'area verde molto ampia che andrà ad estendersi sino a Villa Greppi, nei pressi dell'attuale biblioteca.



Nelle intenzioni di Zucchi, Via del Lavoro sarà ancora caratterizzata dall'attuale viale alberato, che andrà ad innestarsi sulla futura piazza. Saranno mantenuti alcuni elementi caratteristici dell'attuale comparto produttivo, come la ciminiera. Ai suoi piedi sorgerà una piazzetta contornata da edifici.
Il parco pubblico che nascerà accanto alla piazza sarà "controllabile visivamente", in modo da garantire una visione della zona a 360 gradi. Presumibilmente dovrebbero essere installati arbusti o alberi a basso fusto.
Saranno realizzati inoltre un migliaio di parcheggi pubblici a margine delle arterie interessate dal nuovo centro, oltre ad una serie di posti auto interrati sotto la piazza.
Per quanto riguarda infine i servizi, si prevede la realizzazione di un albergo, di un edificio ospitante una nuova biblioteca e di un ufficio postale capace di far fronte alle esigenze della cittadinanza.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco