Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 219.859.848
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/02/2020

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 66 µg/mc
Valmadrera: 51 µg/mc
Colico: 67 µg/mc
Moggio: 98 µg/mc
Scritto Mercoledì 09 febbraio 2011 alle 11:02

Maresso: a fuoco un cipresso davanti al cimitero. I pompieri indagano sulle cause


Il cipresso bruciato
Sono ancora in fase di accertamento le cause dell'incendio che nella serata di ieri ha letteralmente carbonizzato un cipresso situato di fronte all'ingresso del cimitero di Maresso.
L'episodio si è verificato intorno alle ore 19 quando alcuni automobilisti in transito in Via Milano hanno notato la pianta avvolta dalle fiamme.
Subito è scattata la chiamata ai vigili del fuoco che si sono portati sul posto con un mezzo dal distaccamento di Merate.
L'operazione di spegnimento ha tenuto impegnati i volontari per diversi minuti perchè l'incendio nel frattempo, si era esteso all'intero cipresso, non risparmiandone neppure un centimetro.
Al momento non sono ancora note le cause del rogo, che potrebbe derivare da un semplice fenomeno di autocombustione. Non si esclude nemmeno l'ipotesi accidentale, dovuta magari ad un mozzicone di sigaretta gettato sotto il cipresso qualche ora prima, che progressivamente ha causato l'incendio, incontrando terreno fertile.
In ultimo l'episodio potrebbe essere stato causato da un atto volontario, di natura dolosa. A questo proposito però, dalle prime informazioni raccolte, non si sarebbero trovate tracce di liquido infiammabile. Tutte le ipotesi rimangono per il momento aperte.
Le indagini dei vigili del fuoco proseguono, mentre i cittadini di Maresso non nascondono la loro preoccupazione per l'accaduto, dal momento che il cipresso si trova a pochi metri dall'ingresso del campo santo.

G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco