Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 298.851.878
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 17 febbraio 2011 alle 16:20

Viganò: i cittadini in prima linea contro i furti 'avvertono' della presenza dei ladri

Da ormai qualche giorno il proliferare di furti sul territorio comunale di Viganò ha assunto i contorni di un fenomeno intollerabile per la popolazione residente, che ha così deciso di mettersi sul “piede di guerra” creando una sorta di ronda comunitaria contro i probabili malfattori.
Grazie all’attività di “pattugliamento” svolta prevalentemente dalla finestra della propria abitazione, una residente ha diffuso in tutto il paese un volantino recante un avviso di “pericolo furti”, affisso addirittura presso l’ex albo pretorio all’entrata del municipio e recante preziose indicazioni per individuare il veicolo sospetto con il quale molti cittadini hanno visto allontanarsi i topi d’appartamento, colti nell’atto di penetrare nelle abitazioni.



“Attenzione ai ladri!!! Si verificano furti in appartamento – recita l’avviso distribuito porta a porta alle famiglie viganesi e disponibile presso il palazzo comunale – se vedete un’auto Bmw grigia  chiamate i Carabinieri”
Un messaggio che la dice tutta sul clima di tensione e preoccupazione che regna in paese, dove molti abitanti al calar della sera sono arrivati addirittura ad appostarsi dietro alle finestre per vigilare sulle situazioni sospette, segnalandole alle forze dell’ordine.
Nelle ultime settimane diversi sono stati infatti i tentativi di furto che hanno visto i cittadini viganesi scendere in prima linea, scoraggiando con urla e sirene di allarme i tentativi di effrazione a danno delle proprie abitazioni o su quelle del vicinato.
“L’unione fa la forza” deve aver pensato l’autrice dell’avviso diffuso in tutto il paese, nella speranza che il messaggio possa contribuire ad arrestare questo preoccupante fenomeno grazie alla collaborazione di un intero paese.
R.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco