• Sei il visitatore n° 361.819.142
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 19 febbraio 2011 alle 10:37

Viganò: sui volantini il Ten. Col. Riscaldati precisa: 'non attinenti con i furti in paese'

Sulla vicenda riguardante i furti commessi a Viganò e sul volantino diffuso da una cittadina, nel quale venivano indicati il modello e la targa di un’auto “sospetta” avvisando la cittadinanza del pericolo legato all’attività di un gruppo di ladri in paese, è intervenuto oggi il Tenente Colonnello Marco Riscaldati, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Lecco.



Il Ten. Col. Marco Riscaldati

Attraverso un comunicato, Riscaldati ha precisato come l’automezzo in questione non presenti alcuna attinenza con gli episodi di furto verificatisi in paese, trattandosi di un veicolo rubato circolante a Desio (MB) e comunque rinvenuto nei giorni scorsi dalle forze dell’ordine nell’hinterland milanese.

Di seguito il comunicato diffuso dal Comandante Provinciale.

Legione Carabinieri “Lombardia”
Comando Provinciale di Lecco

COMUNICATO STAMPA
In merito all’articolo comparso in data odierna su un quotidiano lecchese, dal titolo “Furti a ripetizione, spuntano i volantini”, allo scopo di fornire una corretta informazione il Comando Provinciale dei Carabinieri di Lecco intende precisare che il volantino distribuito a Viganò, finanche all’interno del Municipio, NON E’ attinente alla situazione prospettata.
Il contenuto dello stesso, infatti, concerne la segnalazione di una vettura (BMW) che una persona non residente a Viganò, ha appreso essere sospetta e circolante a Desio, allorquando pochi giorni or sono si era recata in quel centro a trovare un congiunto.
A Desio, infatti, il parente ed alcuni suoi vicini di casa, che avevano subito alcuni furti, avevano osservato una BMW, annotandone la targa. Il mezzo aveva destato loro dei sospetti.
Ritenendo di compiere un gesto utile, questa persona ha pensato di divulgare le ricerche dell’auto anche a Viganò. Ma, lo si ripete, la segnalazione non ha nulla a che vedere con il paese. Oltretutto l’auto, che era oggetto di furto, è stata ritrovata giorni addietro nell’hinterland milanese.
Con l’occasione, apprezzando comunque le intenzioni di chi ha voluto richiamare l’attenzione della collettività, si invitano tutti i cittadini a rivolgersi in prima istanza alle Forze dell’Ordine ed in particolare ai Carabinieri più vicini, anche a mezzo telefono, segnalando loro ogni circostanza sospetta o notizia utile.
Per quanto riguarda i delitti commessi a Viganò nel 2010, si riporta il seguente quadro di situazione:
furti complessivamente consumati e tentati: 23;
furti in abitazione: 6:
furti di auto: 3;
furti su auto in sosta: 3;
furti in esercizi commerciali: nessuno;
scippi: nessuno;
rapine: nessuna.

Dall’inizio dell’anno i furti sono stati 5, di cui uno in abitazione. Riguardo alla pizzeria Karkadè, si è trattato in realtà di un tentativo di furto e successivamente i ladri sono riusciti ad asportare denaro ed altro (e non di 2 furti consumati).
Pertanto, Viganò è un comune molto al di sotto degli indici di delittuosità nazionali, regionali e provinciali e non si reputa che gli ultimi episodi registrati siano rilevatori di un aumento della criminalità.
Ciò non toglie che le Forze di Polizia e, particolarmente i Carabinieri che si trovano ogni giorno impegnati sul territorio, sottovalutino questi eventi. Si sta intensificando con tutte le risorse l’azione di prevenzione e di contrasto all’illegalità che deve tuttavia esprimersi anche attraverso una quotidiana sinergia con le Amministrazioni locali, la Polizia Locale e la cittadinanza.
Lecco, 19 febbraio 2011
Articoli correlati:
17.02.2011 - Viganò: i cittadini in prima linea contro i furti 'avvertono' della presenza dei ladri
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco