Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 219.904.746
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/02/2020

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 66 µg/mc
Valmadrera: 51 µg/mc
Colico: 67 µg/mc
Moggio: 98 µg/mc
Scritto Martedì 22 febbraio 2011 alle 09:12

Civate: utilizza barca risultata rubata. Condannato a 4 mesi

Per aver utilizzato una barca, risultata rubata dieci giorni prima, per andare a pescare nel lago nella zona di Civate Davide S. è stato condannato a 4 mesi di reclusione e 600 euro di multa. Il fatto risale al 2006. Quella mattina l'imputato si è diretto verso la casa della madre e del compagno di lei per salutarli essendo quest'ultimi appena ritornati da un viaggio. L'uomo ha chiesto al compagno della madre se avesse avuto piacere ad andare a pescare insieme a lui poiché aveva trovato una barchetta utilizzabile. Al compagno della madre aveva riferito di averla trovata vicino ad un canneto e di averla poi portata a riva lasciandola su un prato e legandola ad un tronco di un albero. I due sono quindi andati a pescare ma al rientro dalla pesca hanno incontrato i carabinieri sulla riva ad aspettarli. Infatti la barca a remi è risultata rubata 10 giorni prima. Dopo spiegazioni e chiarimenti vari con le forze dell'ordine Davide S. è stato denunciato per ricettazione. Stamattina in Tribunale è stato sentito sia il compagno della madre, come teste, sia l'imputato. Quest'ultimo ha reso solamente dichiarazioni spontanee poiché il suo esame testimoniale non è stato richiesto da nessuno. L'imputato ha semplicemente detto in circa 15 secondi che non pensava di commettere reato ma solamente di sfruttare quella barca trovata li per caso per andare a pescare. Ma il Presidente di Sezione del Tribunale evidentemente non gli ha creduto e lo ha condannato.
Simone Bonfanti
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco