Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 238.823.090
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 22 febbraio 2011 alle 16:02

Viganò: problematiche sociali e mancanza del vigile i temi dell’incontro con il Prefetto

Dalla sicurezza al sociale, dalla mancanza del vigile urbano in servizio sul territorio comunale alla fragilità dei nuclei familiari di fronte al complesso quadro economico attuale.
Questi in sintesi i principali argomenti trattati nel pomeriggio di ieri dall’amministrazione comunale di Viganò nel corso dell’incontro con il Prefetto di Lecco dott. Marco Valentini, giunto in paese per “tastare” il polso della situazione nei vari comuni della Brianza, a pochi mesi dal suo insediamento nel capoluogo lariano.



Il Prefetto di Lecco dott. Marco Valentini

Nel corso dell’incontro il sindaco Renato Ghezzi, attorniato dagli amministratori, dai dipendenti e dai volontari comunali, ha messo a fuoco le principali criticità vissuto dal piccolo comune brianzolo, evidenziando le possibili strategie per uscire dal periodo di crisi che da tempo sta interessando tanto le famiglie quanto le amministrazioni locali.
“L’incontro è stato decisamente positivo, il dottor Valentini è parso a tutti noi una persona estremamente seria e desiderosa di fare, grazie anche all’approfondita conoscenza del territorio lecchese maturata in questi sei mesi di attività nel nostro capoluogo – ha spiegato il primo cittadino di Viganò – il discorso è subito caduto sul problema della sicurezza, un tema particolarmente sentito dalla cittadinanza nonostante le statistiche ufficiali non evidenziano situazioni di particolare criticità, addirittura sotto la media del lecchese per quanto riguarda i furti in appartamento. Personalmente ho evidenziato al Prefetto la nostra particolare situazione, caratterizzata dalla mancanza di un vigile e dall’impossibilità di assumerne uno. In quest’ottica il dott. Valentini ha elogiato il lavoro da noi sin qui effettuato con il Comune di Cremella, al fine di garantire un agente in servizio in entrambi i Comuni. Una strategia che rappresenta il futuro per i piccoli comuni, sempre più spesso chiamati a unire le proprie forze per attivare servizi sovracomunali, eliminando i campanilismi tra i singoli paesi”.

ghezzi.jpg

Il sindaco di Viganò, Renato Ghezzi

Nonostante i dati ufficiali diramati nei giorni scorsi dal Comandante Provinciale dei Carabinieri Ten. Col. Marco Riscaldati, che evidenziano come “Viganò sia un comune molto al di sotto degli indici di delittuosità nazionali, regionali e provinciali, e non si reputa che gli ultimi episodi registrati siano rilevatori di un aumento della criminalità”, il sindaco ha chiarito come i recenti episodi abbiano contribuito ad una maggiore percezione da parte dei residenti degli atti criminosi, determinando così una maggiore attenzione della cittadinanza verso il tema della sicurezza.
Grande attenzione infine è stata prestata dai partecipanti alla questione sociale, tema sul quale il Prefetto ha elogiato le strategie adottate da Viganò nell’andare incontro ai nuclei familiari in difficoltà.



Il municipio di Viganò

“Davanti a un quadro sociale preoccupante, caratterizzato da una grande fragilità familiare e dalla sin troppo nota crisi economica, il Prefetto ha particolarmente apprezzato l’atteggiamento puntuale e innovativo dimostrato dai nostri uffici nel risolvere le questioni quotidianamente prospettateci dai cittadini”.
L’incontro presso il municipio è terminato con un piccolo aperitivo offerto al Prefetto e al personale comunale intervenuto. “Non posso che manifestare la mia più profonda soddisfazione per questa visita – ha concluso Ghezzi – l’impressione che ci è stata lasciata è stata ottima, mai prima di oggi mi era capitato di sentirmi così vicino alle istituzioni sovracomunali”.
Roberto Bonfatti
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco