Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 219.908.303
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/02/2020

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 66 µg/mc
Valmadrera: 51 µg/mc
Colico: 67 µg/mc
Moggio: 98 µg/mc
Scritto Mercoledì 23 febbraio 2011 alle 17:58

Casatenovo: da un pro­­­getto scolastico, nasce l'associazione ''Non è colpa di Pandora'' contro la violenza su tutte le donne

Da un'esperienza nata sui banchi dell'istituto Greppi di Monticello è nata un'associazione di volontariato denominata ''Non è colpa di Pandora''.
Un sodalizio finalizzato alla sensibilizzazione sui temi quali i diritti umani e la loro tutela, con attenzione specifica a quella che è la condizione della donna in Italia e nel Mondo.
''Non è colpa di Pandora'' si presenterà ufficialmente il prossimo 4 marzo quando si svolgerà il primo di una serie di incontri organizzati in collaborazione con le associazioni casatesi Progettomondo Mlal e Angolo Giro e con il patrocinio del comune.

Un'immagine delle ex studentesse del Greppi impegnate
nell'organizzazione di una marcia di solidarietà

"L'iniziativa "Le notti di Pandora" - ci ha spiegato la presidente Beatrice Serini - nasce dall'esigenza di farci conoscere dalla cittadinanza come neo-associazione di volontariato sul territorio. Infatti pur essendo attivi come gruppo dal 2008, anno in cui il progetto ha preso vita tra i banchi del Greppi di Monticello, alcune di noi hanno sentito l'esigenza, dopo essersi diplomate, di portare fuori da scuola il progetto e diventare autonome. I nostri scopi oggi vertono principalmente sulla sensibilizzazione e sull'informazione riguardo a temi quali i diritti umani e la loro tutela, con attenzione specifica a quella che è la condizione della donna in Italia e nel Mondo".
Le ragazze hanno già presentato e promosso, negli ultimi due anni, una "conferenza-spettacolo'' sul tema della violenza maschile contro le donne, proponendo incontri con i giovani nelle scuole.
Le "notti di Pandora" vuole anche essere una raccolta di fondi per sostenere il progetto dell'associazione Progettomondo MLAL, denonimato "la strada delle Bambine".



Si tratta di un progetto che mira ad arginare lo sfruttamento della prostituzione minorile in Brasile. "Vista la collaborazione con questo sodalizio - ha proseguito la presidente - si è deciso di destinare i fondi raccolti a questo loro progetto internazionale che al momento ha un'emergenza di fondi''.
Le quattro serate sono state concepite come momenti di intrattenimento il cui ricavato andrà a favore di un progetto umanitario.
Si parte venerdì 4 marzo, con la presentazione dell'associazione "Non è colpa di Pandora'', con l'intervento di Chantal Podio psichiatra e psicoterapeuta, presidente del Forum Lou Salomè e Irene Riva, formatrice e già consigliere incaricata alle pari opportunità della provincia di Lecco. Grazie alla presenza di queste ospiti si cercherà di dare vita a un dibattito sul tema delle relazioni positive tra donne e uomini, al quale seguirà un rinfresco per gli ospiti.



Nella serata di sabato 5 marzo invece, sarà proposto lo spettacolo de "In compagnia di Perlaluna" che, già ospite a Villa Mariani in novembre, torna con una brillante commedia in tre atti liberamente tratta da "Attori" di Ken Ludwig.
Sabato 12 marzo invece, spazio ad un aperitivo in maschera, a partire dalle ore 19.00, per giovani e meno giovani. Un momento divertente dove si potrà sostenere un progetto, semplicemente decidendo di passare la propria serata in un luogo diverso dal solito.
Le serate si concluderanno con "PANDANCE " sabato 19 marzo. In quell'occasione andrà in scena un mix di danza e recitazione, per raccontare il mito greco di Pandora. Tutto creato con la partecipazione volontaria e gratuita di giovani ballerini e attori.

G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco