Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 223.676.294
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 14/03/2020

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 65 µg/mc
Valmadrera: 68 µg/mc
Colico: 63 µg/mc
Moggio: 85 µg/mc
Scritto Venerdì 25 febbraio 2011 alle 19:49

Casatenovo: ampliamento della caserma CC, c'è l'interesse di Monticello e Lomagna. Missaglia 'frena' sulla parte economica

Con l'approvazione del bilancio di previsione 2011, Casatenovo ha dato ufficialmente il via all'iter relativo all'ampliamento della caserma dei carabinieri di Via Bixio.
Nel documento programmatico per l'anno in corso infatti, l'amministrazione Colombo ha inserito la cifra di 350mila euro necessaria alla realizzazione dell'opera.
Dal punto di vista finanziario, il sindaco ha già anticipato che si ricorrerà alla stipula di un mutuo per sostenere la spesa.
L'iter progettuale sarà avviato nelle prossime settimane, una volta che il primo cittadino si sarà incontrato con i colleghi sindaci di Monticello, Missaglia e Lomagna, comuni di riferimento per i carabinieri della stazione di Casatenovo.
"Sarà mia premura nelle prossime settimane - ci ha spiegato Antonio Colombo - convocare un incontro alla presenza degli altri amministratori, per verificare il loro interessamento al progetto e un'eventuale condivisione della spesa. Sino ad ora ci sono stati soltanto contatti informali, ma è giunta l'ora di raccogliere una risposta definitiva".

La caserma dei carabinieri di Casatenovo

L'iter progettuale per l'ampliamento della caserma sarà curato dall'ufficio tecnico del comune di Casatenovo, in collaborazione con l'Arma. "Ovviamente l'opera dovrà essere funzionale ai bisogni dei carabinieri, dunque ci saranno una serie di incontri per valutare insieme le caratteristiche del progetto".
Sembra che particolare attenzione sarà riposta nell'implemento degli alloggi, ma al momento i particolari del progetto sono ''top secret'' così come il numero di rinforzi che potrebbero giungere a Casatenovo.
Come dicevamo, al momento resta da capire quale sia la disponibilità degli altri sindaci nel partecipare all'ampliamento, anche da un punto di vista economico.

Il sindaco di Casatenovo, Antonio Colombo

Un'apertura giunge dal sindaco di Lomagna, Stefano Fumagalli. "Sino ad ora ne abbiamo parlato in termini assolutamente informali - ha spiegato il primo cittadino - ma ho già dato in linea di massima la mia disponibilità. Al momento ho ancora poche informazioni in merito e sono in attesa di capire quale sia l'obiettivo. Nel caso mi fosse garantito un implemento di forze dell'ordine in servizio presso la stazione di Casatenovo, non esiterei a dare la mia adesione all'iniziativa. Del resto la sicurezza è un tema che interessa tutti, soprattutto negli ultimi mesi. Come amministrazione comunale non possiamo assumere nuovi agenti di polizia locale, dunque un aumento del numero di carabinieri a presidio del territorio potrebbe senz'altro avere delle ricadute positive".

I sindaci Fumagalli e Rigamonti

Piena disponibilità anche da parte di Luca Rigamonti, sindaco di Monticello. "Ho già comunicato a Colombo il mio interessamento. Del resto la caserma è sul confine con il nostro territorio e un suo potenziamento non potrà che portare dei vantaggi alla nostra popolazione. La disponibilità della mia amministrazione è anche economica: quando si parla di sicurezza, è giusto destinare una fetta di risorse del bilancio comunale a questa importante tematica. Non appena ci incontreremo con gli altri colleghi parleremo in modo più approfondito di ogni singolo aspetto della questione".

Rosagnese Casiraghi, sindaco di Missaglia

Più ''tiepida'' invece, la reazione del sindaco di Missaglia, Rosagnese Casiraghi che pur condividendo il progetto ha frenato sulla parte relativa alla spesa. "Non dimentichiamoci che Casatenovo sta portando avanti l'iter per la realizzazione di un nuovo centro con circa un migliaio di nuovi abitanti, che avrà pesanti ricadute sulla viabilità e i servizi dell'intero territorio. Quale opera migliore a vantaggio della popolazione e dei comuni limitrofi, se non l'ampliamento della caserma dei carabinieri? Anche a noi sarebbe piaciuto poter ospitare nuovamente un presidio di sicurezza dopo il trasferimento dell'Arma a Casatenovo, ma purtroppo il momento economico non ce lo consente".
Il sindaco missagliese condivide comunque l'intenzione del collega casatese. "Ampliare una struttura già esistente è a mio avviso più conveniente che realizzarne una nuova. Al momento però, non posso esprimermi come vorrei perchè devo ancora conoscere i dettagli del progetto. Attendo quindi di incontrare il sindaco Colombo, con il quale sino ad ora si è parlato solo informalmente".
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco