Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 223.372.641
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 14/03/2020

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 65 µg/mc
Valmadrera: 68 µg/mc
Colico: 63 µg/mc
Moggio: 85 µg/mc
Scritto Sabato 26 febbraio 2011 alle 15:15

Oggiono: 1045 le donazioni nel 2010 per la sezione AVIS, in attesa di una nuova sede

Un bilancio positivo quello emerso dalla consueta riunione annuale dei soci Avis della sezione di Oggiono, il sodalizio comunale che quest'anno si appresta a festeggiare anche un'importante ricorrenza: la celebrazione del 45esimo anniversario di fondazione.
Anche quest'anno l'attività di promozione della donazione del sangue non si è fermata nemmeno un giorno e la sezione può vantare un totale di 505 donatori attivi, 333 uomini e 172 donne. I gruppi sanguigni più numerosi sono 0+ (187 donatori) e A+ (180), seguiti dai rispettivi 0- (40) e A- (40) e dal gruppo B+ (42). Il gruppo più raro è invece AB- che vede la presenza di un solo donatore; non molto diffusi anche B- (5), AB+ (10). Ai 505 donatori si aggiungono 17 soci e 35 collaboratori, per un totale di 557 soci.



Rispetto al 2009 sono stati 34 i nuovi iscritti (di cui 2 riammessi); 17 invece coloro che hanno lasciato.
In totale dunque nel 2010 sono state effettuate 1045 donazioni, di cui 214 di plasma e 831 di sangue intero con un incremento complessivo pari al 0.5% rispetto all'anno scorso.



Comparando i dati però emerge che le donazioni nel corso del 2010 sono aumentate di solo 4 unità: "Un aspetto che mostra come non sempre le date siano state rispettate, riportando alla nostra attenzione un aspetto che non è da sottovalutare" ha commentato il presidente Battista Arrigoni, che ha tuttavia ringraziato i numerosi volontari per l'impegno profuso e per i risultati decisamente positivi raggiunti nel corso del 2010.

Il presidente provinciale Bruno Manzini, presidente Oggiono Battista Arrigoni, vicepresidente provinciale
Guglielmo Magni, tesoriere Gianni Rocca

"Grazie per essere qui e per quello che fate. E' per me sempre un'emozione anche se ormai sono già quasi alla fine del secondo mandato, non mi sembra possibile che il tempo passi così in fretta ma le motivazioni che ci spingono a sostenere e diffondere la donazione del sangue, soprattutto tra i più giovani, è sempre molto forte".



Un anno dunque decisamente fervido di iniziative (dalla nascita del sottogruppo Avis di Colle Brianza, al successo delle tradizionali camminate sportive) e che ha visto l'Avis di Oggiono impegnato sia in interventi di promozione nelle scuole del paese (incontro del 4 dicembre con le classi dell'istituto Bachelet) che nelle consuete campagne di raccolta fondi, tra le quali spicca la maratona Telethon, che ha ancora una volta ha confermato gli oggionesi primi in tutta la provincia con 15 mila 280 euro raccolti, "anche se purtroppo non è stato superato il record raggiunto l'anno scorso".



Il presidente ha inoltre espresso un ringraziamento particolare al gruppo sportivo per "l'impegno e i risultati raggiunti, e per aver portato e fatto conoscere la sezione Avis di Oggiono in tutto il mondo, incluso Hong Kong".



Come dicevamo, il 2011 segna la ricorrenza del 45esimo anno di fondazione della sezione, che sta già organizzando i festeggiamenti, nella speranza che, proprio in questa ricorrenza, sia possibile risolvere l'ormai annoso problema della nuova sede per l'associazione così come per tanti altri sodalizi oggionesi, ancora alle prese con la situazione precaria della struttura dell'ex ospedale di via Locatelli, sprovvista di riscaldamento dopo la dipartita Asl.



"Siamo in attesa che si faccia seguito alla delibera per trovare una nuova casa per le associazioni. Speriamo che a breve lo stabile venga assegnato al comune per intavolare un discorso serio"
ha spiegato Arrigoni.



All'assemblea erano presenti anche il presidente provinciale Bruno Manzini e il vicepresidente Guglielmo Magni che hanno comunicato i risultati lusinghieri raggiunti anche a livello provinciale, con il superamento del tetto di 13 mila donatori e le 30 mila donazioni.



Dall'11 gennaio è inoltre partito il nuovo progetto Avis in Tempo, volto ad accorciare le liste di attesa per gli aspiranti donatori, grazie alla presenza del dott. Invernizzi che integra l'organico del centro trasfusionale di Lecco e Merate, che consentirà di effettuare 60 visite di idoneità in più al mese. Positivi i risultati anche del sito internet Avis provinciale, che ha registrato numerosi accessi, e in particolare del servizio di iscrizione online all'Avis.
Marta Mazzolari
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco