Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 223.683.729
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 14/03/2020

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 65 µg/mc
Valmadrera: 68 µg/mc
Colico: 63 µg/mc
Moggio: 85 µg/mc
Scritto Sabato 26 febbraio 2011 alle 16:56

Molteno: il Consiglio boccia la mozione per 'dedicare' una via di Coroldo a Lucio Battisti

Pollice verso del Consiglio comunale di Molteno sulla mozione avanzata dai tre gruppi di minoranza e relativa all'intitolazione di una parte di via Aldo Moro alla memoria del celebre cantautore italiano scomparso nel 1998 dopo un ventennio di residenza nella frazione di Coroldo.

Le minoranze

"Insieme a Modugno, Battisti è stato uno dei padri della musica moderna italiana - ha illustrato all'assemblea il consigliere Giusy Corti di Progetto per Molteno - Molteno lo ha ospitato per vent'anni, e tutt'oggi il nostro cimitero ne custodisce le spoglie. Dal 1998 al 2008 il nostro paese ha mantenuto vivo il ricordo di questo artista immenso che proprio in mezzo a noi scelse di vivere, riproponendo di anno in anno una grande manifestazione musicale in compagnia di artisti del calibro di Mogol, Eugenio Finardi, Edoardo Bennato, Enrico Ruggeri e molti altri. Evento che l'attuale amministrazione ha voluto cancellare nonostante il binomio Molteno - Battisti sia rimasto ancora oggi intatto. Proponiamo pertanto di intitolare a Battisti quel tratto di via Aldo Moro che sale verso Coroldo, nei pressi dell'abitazione dove egli visse, inserendo la qualifica di compositore e musicista".
La proposta è stata però bocciata dal gruppo di maggioranza, che ha individuato tre principali criticità all'attuazione del cambiamento di denominazione del tratto di via.
"Si tratta di considerazioni molto pratiche - hanno spiegato i consiglieri di maggioranza - in primo luogo ci sembra inopportuno "togliere" un tratto di via a uno grande statista quale Aldo Moro, un uomo che diede la vita per lo Stato. Dal cambiamento di denominazione le aziende che si affacciano su quel tratto di strada trarrebbero dei danni di tipo economico, dovendo di conseguenza cambiare tutti i documenti e le intestazioni. Proponiamo quindi di intitolare a Battisti un edifico pubblico, un parco o anche una nuova via, dal momento che alcune di quelle presenti in paese andranno presto riviste e riprogettate".

Al centro il sindaco Proserpio

Argomentazioni che non hanno mancato di suscitare le critiche delle minoranze, in particolare quelle del capogruppo Amati che ha individuato nel cantautore di Poggio Bustone "una figura che ha dato prestigio a livello nazionale a Molteno, un dato che non può essere dimenticato a fronte di un eventuale danno alle aziende".
Perplesso sull'intitolazione di una via alternativa il capogruppo di "Progetto" Ferdinando De Capitanti: "Coroldo è stato il laboratorio dei più grandi successi di Lucio Battisti, il fatto di dedicargli la via che passa di fronte a casa sua ha un grande valore simbolico. Farlo altrove sarebbe una sorta di "offesa" all'artista, delle due è meglio non dedicare nessun'altra via alla sua memoria".
La mozione è stata quindi respinta con 10 voti contrari e quelli positivi delle minoranze.
R.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco