Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 220.086.486
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/02/2020

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 66 µg/mc
Valmadrera: 51 µg/mc
Colico: 67 µg/mc
Moggio: 98 µg/mc
Scritto Sabato 12 marzo 2011 alle 16:43

Oggiono: Creta Kayak tour presentato da LiberaMente

Giandomenico Corti, titolare della libreria LiberaMente di Oggiono, in collaborazione con il gruppo CK90 - INUIT del LARIO
Tatiana Cappucci e Mauro Ferro
G.E.C.K.O. ha presentato il viaggio di due sportivi particolari nell'isola di Creta, una delle isole più misteriose e nel contempo affascinanti del Mare Mediterraneo. Il "Creta Kayak Tour" non è stato una semplice occasione per fare turismo, in primo luogo per il mezzo di trasporto utilizzato: il kayak, piccolissima imbarcazione a remi, che oggi rappresenta una passione per migliaia di sportivi, ma che in passato era utilizzato per la pesca e lo spostamento tra i villaggi. I protagonisti dell'avventura sono Tatiana Cappucci e Mauro Ferro, residenti a Legnano in provincia di Milano. Entrambi sono istruttori, guide marine e formatori sottocosta iscritti alla F.I.C.T. e maestri di canoa della F.I.C.K. Come tali, Tatiana e Mauro sono esperti canoisti conosciuti sia in Italia sia all'estero per le loro molteplici attività divulgative del mondo del kayak da mare e soprattutto per i loro avventurosi viaggi. Dalla loro passione è nata la scuola di kayak da mare "Tatiyak", dalla felice fusione del nome Tatiana con la parola kayak. Dicono di questo sport Marco e Tatiana: "Il kayak è diventato la nostra grande passione, quella che ci appaga al punto da abbandonare tutte le altre per dedicarci quasi esclusivamente alla navigazione".
Nel corso della serata, i due sportivi hanno proiettato uno "slide show" delle fotografie scattate durante la navigazione: una raccolta di circa 150 immagini riprese nel regno dei "meltemi", in cui i protagonisti hanno voluto documentare i preparativi, i luoghi toccati andando anche ad immortalare i piccoli particolari che rendono un viaggio in kayak una grande avventura in mare. La loro attività canoistica è anche documentata scrivendo articoli per riviste specializzate, libri del settore e resoconti dettagliati oltre ala realizzazione di un calendario con le foto più rappresentative del loro viaggio.



Il viaggio è durato trenta giorni, durante i quali a bordo di due imbarcazioni a remi sono stati percorsi circa 900 chilometri tra coste frastagliate, promontori rocciosi e luoghi ricchi di storia. Com'è noto, infatti, una delle peculiarità del territorio dell'isola è la ricchezza di siti archeologici. I protagonisti hanno voluto condividere l'esperienza vissuta con la popolazione di Oggiono e dei paesi limitrofi che è accorsa numerosa presso la libreria LiberaMente. Erano presenti anche alcuni membri dell'Oggiono Kayak Team, che raccoglie i cultori di questo sport del territorio. Il viaggio ha avuto inizio il 30 luglio e si è protratto fino al 5 settembre dello scorso anno. Nel corso di questa navigazione oltre alla meravigliosa esperienza che le foto possono raccontare solo in parte, non sono mancati anche i momenti di difficoltà e gli imprevisti come il vento in opposizione. Marco Ferro e Tatiana Cappucci hanno circumnavigato con i loro kayak le più grandi isole del Mediterraneo. Nell'agosto 2005 al centro del loro viaggio è stata la Corsica, nel 2006 la Sardegna, nel 2007 le isole Egadi, Eolie e la Sicilia, nel 2009 le isole Baleari.



I viaggi non si sono susseguiti soltanto in estate ma anche durante i più freddi inverni, quando le condizioni climatiche fanno da padrone nel mare e si sono presentate come grandi ostacoli per i navigatori. La maggior parte dei viaggi è stata possibile grazie all'aiuto fornito da alcuni sponsor e dalle continue iniziative e presentazioni che Marco e Tatiana promuovono. Totalmente indipendenti e ben equipaggiati, dotati dell'attrezzatura necessaria per il campeggio nautico e per la navigazione in sicurezza, i due protagonisti hanno cercato di completare il periplo dell'isola di Creta, mantenendo un'andatura di circa 30 chilometri al giorno in ragione delle condizioni meteo marine. Oltre alla navigazione, Marco Ferro e Tatiana Cappucci hanno riservato del tempo per esplorare l'interno nascosto ai più dell'isola greca, raccogliendo materiale video e fotografico. Anche il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha reso omaggio a questa spedizione onorando i partecipanti con una medaglia di rappresentanza.
Per chiunque volesse approfondire questa evento ed i precedenti, è possibile consultare il sito www.tatianacappucci.it.
Giacomo Corti
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco