Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 220.085.504
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/02/2020

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 66 µg/mc
Valmadrera: 51 µg/mc
Colico: 67 µg/mc
Moggio: 98 µg/mc
Scritto Sabato 12 marzo 2011 alle 18:21

''Com-Unità d'Italia'': il Consorzio di Villa Greppi con i comuni del casatese propongono iniziative per celebrare il 150°d'Unità

Un calendario davvero ricco quello che vedrà protagonisti per tutto l'anno, a partire giovedì 17 marzo, i comuni del casatese e del Consorzio Brianteo di Villa Greppi, impegnati nel grande progetto ''ComUnità d'Italia'', in occasione dei 150 anni di Unità nazionale.
Un'iniziativa proposta dal Tavolo degli Assessori alla Cultura dei comuni consorziati, realtà ormai consolidata che gestisce la programmazione di Villa Greppi, in collaborazione con le province di Monza Brianza e Lecco, i comuni e le numerose associazioni locali.
Il progetto Com-Unità d'Italia è una realtà di ampio respiro, risultato di oltre un anno di lavoro intenso e congiunto - che ha visto la partecipazione dei due assessori alla Cultura provinciali - fra l'avanzamento delle proposte, la selezione e l'organizzazione vera e propria.

Il tavolo degli assessori di Villa Greppi insieme al consigliere Canossi e ai membri dell'associazione Brig

"Si tratta" ha spiegato Dario Canossi, consigliere del Consorzio Brianteo di Villa Greppi "di un grande corpus che ha il merito di racchiudere come rare volte è stato fatto le proposte più valide ed adeguate in un unico contenitore".
Dietro il nome Com-Unità d'Italia, tre importanti concetti, sottolineati più volte dagli organizzatori. Innanzitutto, l'idea di una Comunità che diventa Stato con regole da condividere. In secondo luogo, la partecipazione a vario titolo di tutti i comuni del Consorzio Brianteo di Villa Greppi. Infine, il riferimento ad ogni forma di arte (dal cinema alla musica, dalla letteratura alle arti visive, dal teatro alla pittura) e ad ogni tipo di ente (dalle scuole ai sodalizi).
"Il programma e le linee generali del progetto" ha sottolineato l'Assessore alla Cultura di Casatenovo, Marta Comi "sono certamente condivise da tutti i comuni del consorzio, i cui amministratori, tuttavia, hanno deciso, secondo la propria sensibilità ed esperienza, quali iniziative proporre e a quali aderire".



Per quando riguarda il complesso degli eventi, nella mattinata del 17 marzo ogni comune avrà il suo momento di celebrazione individuale. A queste attività minori, seguirà il primo vero appuntamento consortile: la commemorazione del Generale Giuseppe Sirtori, presso la sua casa d'origine a Casatevecchio. Per quel che concerne questo personaggio, figura di spicco del Risorgimento, il Consorzio Brianteo di Villa Greppi ha avviato due iniziative di spessore. In primo luogo la sistemazione del monumento, che è stato ripulito e scoperto per l'occasione, dopo oltre vent'anni di incuria. Inoltre, l'avvio di una precisa e scientifica ricerca biografica, capace di raccontare qualcosa di più su una personalità che è stata, a tutti gli effetti, un grande eroe del processo di unificazione.
L'impegnativa giornata del 17 marzo culminerà alle ore 20.45, con il grande concerto VIVA VERDI, emblema di una intersezione fra musica e storia che era stata fondamentale già oltre un secolo e mezzo fa, in occasione dell'Unità Nazionale. In quel tempo, le note del Nabucco infiammavano i cuori di tanti italiani ed i monarchici utilizzavano l'espressione VIVA VERDI guardando a Vittorio Emanuele Re D'Italia.



Il busto di Sirtori scoperto da poche settimane

Saranno eseguiti brani celebri, come La Cavalleria Rusticana di Mascagni o Ernani di Verdi, insieme ad opere meno famose ma certamente altrettanto importanti per la loro storia, il loro carattere risorgimentale.
Al concerto saranno presenti, oltre al Soprano Viviana Gaudio ed al Direttore Massimo Mazza, la Banda della Civica Scuola di Musica di Casatenovo e numerosi cori locali: Gli Amici del Grillo di Veduggio con Colzano, Santa Cecilia di Gorgonzola, Cum Laude di Cernusco sul Naviglio, San Sisinio di Cremella, LineArmonica di Nibionno, Santa Felicita di Casatenovo e Santi Naborre e Felice di Sirtori. In totale, si parla di oltre un centinaio di coristi ed una sessantina di musicisti per questo concerto cui sono state invitate tutte le autorità civili e religiose, scolastiche, provinciali e comunali.
Da segnalare, inoltre, la mostra I Greppi ed il Risorgimento in Brianza che sarà inaugurata ufficialmente alle ore 11 di sabato 19 marzo, presso il vecchio Granaio di Villa Greppi. L'esposizione è stata gestita da BRIG, associazione culturale con sede a Casatenovo, che collabora con il consorzio dal 2009 occupandosi di valorizzare il patrimonio storico ed artistico-culturale della famiglia Greppi (spazi, archivi, opere e fondi bibliografici).

Gli assessori Marta Comi e Paolo Negri

"Protagonisti della mostra per quest'anno" hanno detto due responsabili di BRIG "saranno Alessandro, Teresa e Marco Greppi, oltre a Cesare Cantù e Giuseppe Sirtori. Tutti gli anni la nostra associazione organizza esposizioni di questo tipo, ma, data la concomitanza del Centocinquantesimo, questa volta le opere da noi scelte e proposte in visione saranno molto più legate agli eventi storici che segnarono la storia dei Greppi in quel periodo ben definito che va dalle Cinque Giornate di Milano del 1848 all'Unificazione vera e propria".
Per quanto riguarda il cinema, gli organizzatori hanno deciso di proseguire la positiva collaborazione con Il Visconte di Mezzago, ente milanese che si occupa da anni di organizzare il cineforum estivo presso la Villa Greppi stessa. In particolare, sono previste pellicole più e meno recenti: da Viva l'Italia! di Roberto Rossellini a Noi credevamo di Mario Martone, da Senso di Luchino Visconti a Le Cinque Giornate di Dario Argento. Le proiezioni avverranno in vari comuni del consorzio: da Viganò a Verano Brianza, da Casatenovo a Sirtori.


Per quanto concerne il teatro, invece, il Consorzio Brianteo di Villa Greppi ha deciso di partecipare con una importante co-produzione allo spettacolo, dedicato principalmente a ragazzi, scritto dal romanziere e giornalista, dal titolo Piero Colaprico Italia Batte Austria 3 a 0. La pièce, portata in scena da Binario 7 di Monza e Teatro Invito di Perego, con la regia di Luca Radaelli, avrà la sua Prima Nazionale al CineTeatro Edelweiss di Besana Brianza, giovedì 7 aprile, alle ore 20.45.
Quest'aria di grande festa e patriottismo, tra l'altro, si sta concretizzando in molti paesi della zona, dove ai balconi sono già appese tante bandiere verdi, bianche e rosse e dove, sui cartelli delle vie che celebrano protagonisti o fatti del Risorgimento (Dei Mille, Manara, Garibaldi, Mazzini, Cavour), verranno a breve affisse splendide coccarde tricolori. Nella notte fra il 16 ed il 17, inoltre, alcuni Municipi di comuni del consorzio saranno illuminati con fari tricolori per l'occasione.
Ulteriori iniziative in programma nei prossimi mesi saranno illustrate successivamente.

Alberto Molteni
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco