Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 327.816.603
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 13 marzo 2011 alle 17:47

Molteno: intitolazione di una via a Lucio Battisti

Scrivo come cittadino presente al Consiglio Comunale, dove si è discussa la proposta delle minoranze di intitolare una parte di via ALDO MORO a LUCIO BATTISTI.
Si può essere favorevoli o contrari ad una proposta, però prima di esprimere commenti, come quelli sentiti da un rappresentante della maggioranza, con responsabilità di Vicesindaco ed Assessore alla cultura (CHIARELLA), sarebbe opportuna ed utile una connessione tra bocca e cervello.
Il riferimento è alla domanda che si è posto ed ha posto, nel suo intervento, su quanto abbia fatto per Molteno LUCIO BATTISTI.
Non è mia abitudine rispondere con una domanda ad una domanda, ma questa volta lo faccio chiedendo al Vicesindaco se mi sa dire cosa ha fatto GIUSEPPE VERDI, a cui è dedicata una via , per MOLTENO.
La stessa cosa si potrebbe chiedere per i Santi a cui sono intitolate vie del paese.
Ritengo che la contrarietà ad una proposta, debba essere motivata con argomenti validi e seri che non sono quelli da Lui espressi anche se a titolo personale.
Si può ritenere piu' o meno importante una proposta del genere e si hanno tutti i diritti di motivarne il voto contrario, come è stato fatto.
Posso capire una spiegazione che prende in considerazione il problema, magari anche  economico, a cui può andare incontro il cittadino interessato al cambio d'indirizzo, però a questo punto non si può lasciare aperta la possibilità di dedicare al personaggio in questione, in un futuro prossimo, una via in altra zona del paese come è stato proposto, perchè in questo caso, altri cittadini si troverebbero nelle medesime condizioni con un trattamento quindi discriminatorio.
Emilio Magni
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco