Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 219.922.659
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/02/2020

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 66 µg/mc
Valmadrera: 51 µg/mc
Colico: 67 µg/mc
Moggio: 98 µg/mc
Scritto Domenica 13 marzo 2011 alle 19:02

A suon di musica e maschere il Carnevale 2011 ispirato al tricolore e ai 150 anni di Unità

Dopo il primo assaggio di Carnevale, andato in scena lo scorso weekend a Missaglia, Oggiono e Casatenovo, maschere e coriandoli hanno fatto la loro comparsa negli altri comuni del casatese e dell'oggionese.
Ecco le immagini:

BARZAGO

Un carnevale all'insegna del tricolore quello che l'oratorio di Barzago ha festeggiato nel pomeriggio di sabato.



Ragazzi e bambini si sono infatti ritrovati alle 14.30 in oratorio, dove ha preso il via un corteo che si è snodato per tutto il paese.



Come tema è stato scelto quello dell'Unità d'Italia, di cui a breve si ricorderanno i 150 anni di fondazione.



A guidare la parata diversi garibaldini e il parroco don Fabrizio che sventolava il tricolore, impersonificando Garibaldi.



Dopo aver lanciato coriandoli, stelle filanti per tutto il paese, i ragazzi sono poi ritornati in oratorio dove i festeggiamenti sono proseguiti con chiacchiere, dolci e bibite.

BOSISIO PARINI


Ottimo successo per la 24esima edizione del Carnevale di Bosisio, organizzato dall'amministrazione comunale e dall'assessorato allo sport e al tempo libero.

La cittadinanza ha festeggiato la ricorrenza con la consueta sfilata dei carri allegorici e del corteo di maschere per le vie del paese e della frazione di Garbagnate Rota. Nonostante il tempo incerto, sono stati centinaia i partecipanti, per un pomeriggio davvero all'insegna di colori, allegria e divertimento.

 

La sfilata è partita alle ore 14.00 dal Parco di Villa Mira, a Garbagnate, accompagnata dalla musica e dai colori del corpo musicale di Annone Brianza. Da qui il corteo si è snodato per le vie del paese fino a raggiungere la palestra comunale dove si è svolto lo spettacolo del gruppo artisti di strada "Romania".

E per concludere in grande stile i festeggiamenti, l'amministrazione comunale ha offerto a tutti i partecipanti un piccolo rinfresco e zucchero filato.

Soddisfatto per la riuscita della manifestazione l'assessore allo sport e al tempo libero Walter Stucchi: "La partecipazione al carnevale di quest'anno è stata davvero ottima, per questo vorrei ringraziare tutti le persone che hanno collaborato per la buona riuscita di questa festa".

NIBIONNO

Grande festa sabato sera all'oratorio di Tabiago per il carnevale.

 

Arrivando al bar, i bambini hanno infatti trovato i loro animatori che li hanno accolti con una sfilata di costumi.

Il tema della serata era Alice nel paese delle meraviglie. Dopo aver formato due squadre, gli adolescenti hanno dato il via ad una serie di giochi coinvolgendo a più non posso i piccoli presenti.

Allegria, musica e tanto divertimento hanno caratterizzato la serata di ieri, che si è conclusa con un rinfresco per tutti a base di torte, dolci e salati preparati dalle mamme


SIRONE


Nel giorno del sabato grasso anche il piccolo paese di Sirone ha offerto ai suoi abitanti ed ai cittadini del circondario un momento di festa da condividere in allegria con adulti e bambini. Tutto ciò è avvenuto con la trentaquattresima sfilata di carnevale organizzata dall'Amministrazione Comunale di Sirone in collaborazione con i genitori della Scuola Primaria "Cesare Battisti". 

 


I gruppi erano costituiti dai bambini e dai genitori della Scuola Materna, dalle cinque classi della scuola elementare, dai ragazzi dell'oratorio e dal corpo musicale "Santa Cecilia" di Valmadrera.
Il biscione colorato di carri allegorici e maschere ha serpeggiato per le vie del paese con partenza dalla scuola materna "Bianconi" in via Giuseppe Mazzini per proseguire lungo via Papa Giovanni XXIII ed infine toccare la frazione San Benedetto. Da qui il ritorno verso il centro del paese da via Primo Maggio, via Alcide De Gasperi, via Alessandro Manzoni, via Molteni, via Don F. Fimuli, via Roma e via San Pietro.

La passerella finale è stata in via delle Rimembranze fino ad arrivare alla nuova palestra comunale.
Al centro dell'attenzione, ovviamente, sono stati i più piccoli ed è per questo motivo che la sfilata è ribattezzata "Carnevale dei Bambini".


I bambini della classe prima elementare, con i loro genitori, erano mascherati da pupazzi di neve, un travestimento particolarmente azzeccato per il clima grigio e freddo di oggi. I bambini della seconda elementare, invece, hanno optato per il romanzo di formazione per eccellenza di Carlo Collodi: Pinocchio.

Ogni bambini rappresentava un personaggio dell'opera letteraria; era presente anche Mangiafuoco. I genitori si sono prodigati nel costruire ed allestire il teatrino delle marionette, scena centrale del libro. La terza elementare si è invece calata nei panni di infermieri, medici, crocerossine e pazienti dell'Ospedale più pazzo del mondo.

I protagonisti vestivano con camici verdi, cuffiette, mascherine, guanti in lattice e bende sanguinanti. La quarta elementare ha dato libero sfogo alla fantasia dei bambini con "Da Grande Farò...". Poliziotti, calciatori, maestre, salumieri e scienziati hanno composto questo variopinto gruppo.


Gli alunni della quinta elementare si sono, invece, ispirati, al paese che ospita il carnevale più famoso del mondo: il Brasile. I maschi erano ovviamente vestiti e mascherati da calciatori brasiliani mentre le ragazze indossavano gli sgargianti abiti delle danzatrici di Samba. Ad aprire il gruppo era presente un magnifico striscione raffigurante la bandiera brasiliana ed una serie di palloni da calcio.


A chiudere la sfilata erano i ragazzi dell'oratorio di Sirone che hanno aderito al tema proposto dalla Fondazione Oratori Milanesi: "Made In Italy". I giovani erano travestiti da pizzaioli e camerieri e, con il loro forno a legna, cucinavano pizze di gommapiuma da offrire ai visitatori per stuzzicare il loro palato. Oltre alle pizze venivano regalati cappelli da cuoco tricolori destinati a grandi e piccini. 


Al termine della sfilata multicolore, le maschere partecipanti si sono potute ristorare ed hanno ricevuto un premio per il loro impegno nel realizzare i carri ed i costumi. 


Nel corso della serata, alle ore 21:00, presso la palestra comunale, si è tenuto il "Super Zero Show" uno spettacolo di magia e giocoleria organizzato appositamente per bambini. Una giuria predisposta si è occupata, inoltre, di eleggere le maschere dell'anno scegliendone una tra i bambini, una tra le donne ed una tra gli uomini.
Il 2012 sarà un anno particolare per la sfilata di carnevale di Sirone che festeggerà il trentacinquesimo compleanno!

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco