Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 219.859.967
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 15/02/2020

Lecco: V.Sora: 66 µg/mc
Merate: 66 µg/mc
Valmadrera: 51 µg/mc
Colico: 67 µg/mc
Moggio: 98 µg/mc
Scritto Lunedì 14 marzo 2011 alle 14:22

Bosisio P.: C’era Luigi Rota tra i ''mille'' che partirono per le spiagge di Quarto

Anche Bosisio Parini può vantarsi di aver dato i natali a uno di quei gloriosi mille che nel 1860 partirono dalle spiagge di Quarto alla volta di Marsala. Il suo nome era Luigi Rota e vanta un curriculum davvero glorioso: nato il 29 aprile 1838 a Bosisio, decise di seguire Giuseppe Garibaldi ancor prima dell'epica spedizione, partecipando nel maggio del 1859 alla battaglia di San Fermo, quando Garibaldi, al comando dei Cacciatori delle Alpi (una brigata leggera, di circa 3 mila 500 uomini, senza cannoni e senza cavalleria) sgomberò le posizioni avanzate austriache poste a difesa di Como inducendo il nemico a sgomberare la città.

Dopo quest'importante battaglia, Luigi Rota decise di seguire l'eroe dei due mondi nell'eroica spedizione dei Mille, partecipandovi dall'inizio alla fine. A ricostruire la vita di quest'importantissima figura storica è stato il ricercatore Marco Galbusera, che per oltre un anno ha seguito le tracce della storia del garibaldino tra archivi parrocchiali, archivi di stato di Como, ministero della difesa e archivi comunali. Numerosissimi i documenti, le foto e le stampe raccolte, tra cui due fotografie rinvenute nell'archivio comunale di Bosisio Parini, una che lo ritrae ancora giovane con i baffi e l'altra quando ormai Rota era un uomo maturo. Il risultato di questa incredibile ricerca è stato raccolto in un libro che verrà presentato al pubblico proprio in occasione del 173esimo anniversario della sua nascita, il prossimo 29 aprile, presso il centro studi Giuseppe Parini. Alla presentazione, oltre ai membri dell'amministrazione comunale, sarà presente naturalmente l'autore Marco Galbusera (che ha curato numerose altre pubblicazioni di storia locale), inoltre interverranno con un contributo il presidente della provincia di Lecco Daniele Nava e il comandante provinciale dei carabinieri, il tenente colonnello Marco Riscaldati.

M.M.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco