Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 293.923.004
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 06 aprile 2011 alle 18:37

Casatenovo: Cristopher Caspani, 11 anni, argento nel basket su carrozzina. Da due anni milita nella ''Briantea 84'' di Cantù

E' riuscito a coronare il sogno di diventare un cestista e domenica a Roma, insieme ai suoi compagni di squadra, ha guadagnato la medaglia d'argento al termine del campionato italiano di pallacanestro su carrozzina.
Il giovane atleta in questione si chiama Cristopher Caspani, ha 11 anni e vive a Galgiana di Casatenovo insieme alla famiglia. Molto noto in paese, frequenta la classe quinta nel plesso scolastico di Cassina de' Bracchi.

Cristopher Caspani

Disabile dalla nascita, Cristopher da un paio d'anni fa parte della Briantea 84, squadra di basket di Cantù riservata ad atleti in carrozzina. Un'avventura iniziata per caso grazie alla forte passione dell'11enne casatese per questo sport.
''Ha sempre sognato diventare un giocatore di basket - ci ha spiegato il padre, Massimiliano Caspani - sin da quando era piccolo. Invece del calcio, passione che accomuna i bambini della sua età, Cristopher era incantato da questo sport. All'inizio pensavamo che fosse impossibile riuscire ad esaudire questo suo desiderio, ma un giorno sono venuto a conoscenza dell'esistenza di questa squadra canturina tramite i genitori di un bambino che frequenta la Nostra Famiglia di Bosisio Parini. Così nel 2009 è iniziata questa avventura''.

La formazione della Briantea 84
(Foto tratta dal sito della società)

La ''Briantea 84'' raccoglie atleti dai 10 ai 18 anni, impegnati nel campionato della Federazione italiana pallacanestro in carrozzina. Gli allenamenti avvengono due volte alla settimana nella palestra di Seveso, mentre la domenica le partite si disputano sull'intero territorio nazionale a causa della mancanza di società analoghe nelle zone limitrofe. I ragazzi giocano a Torino, Verona, Vicenza, Padova e Reggio Emilio solo per citarne alcune. Questo comporta uno sforzo non indifferente per genitori e staff della formazione canturina, impegnati in lunghe trasferte.

Cristopher mostra la medaglia

L'ultima in ordine di tempo è stata quella dello scorso week-end a Roma. Si trattava della finale del campionato, gara disputata contro i padroni di casa della Santa Lucia. Purtroppo Cristopher e compagni sono stati sconfitti, perdendo la partita con uno scarto di soli 5 punti.
''E' stata una delusione per i ragazzi - ha affermato Massimiliano Caspani - che durante la stagione avevano vinto tutte le partite, tranne l'ultima, quella più importante. Tra l'altro anche lo scorso anno si erano classificati secondi. Vederli giocare è per tutti noi una grande soddisfazione. Il basket in carrozzina dimostra che anche chi ha problemi di disabilità è in grado di fare sport ad alti livelli''.

Per ulteriori informazioni è possibile visitare: http://www.briantea84.it/

Gloria Crippa
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco