• Sei il visitatore n° 339.179.501
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 16 aprile 2011 alle 09:52

Oggiono: Risposta ai dirigenti leghisti sull'iniziativa di sabato

Caro Direttore, Cari Lettori,
Comprendo i toni degli esponenti leghisti in merito al mio intervento, ma la mia educazione mi impedisce di mettermi sullo stesso piano dei miei interlocutori.
Se voi, cari amici della lega, aveste avuto modo di leggere attentamente il mio intervento, forse avreste potuto apprendere che io frequento l'istituto da 2 anni e quindi sono cosciente delle passate iniziative della LN. Questa vostra reazione dinanzi al dissenso di un semplice studente, etichettandola come "pilotata", è frutto di una mancanza di confronto verso chi non è in accordo con le vostre linee politiche.
Per esprimere meglio il mio punto di vista, la mia subcultura, della quale vengo accusato, mi porta a citare l' articolo 21 della Carta Costituzionale, in particolare modo il primo comma: "Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione".
Cari amici, io non contesto il vostro diritto di esprimere attraverso questa inizitiva, la vostra solidarietà e sostegno nei confronti del Sindaco e il vostro pensiero; esprimo semplicemente, come è mio diritto, il dissenso verso il luogo disposto per mettere in atto tale iniziativa.
Fui presente e vidi l' afflusso dei giovani al vostro gazebo nelle scorse occasioni, secondo me, attratti dal buon gusto dei pasticcini, piuttosto che dal vostro legittimo pensiero che manifestate.
Sul punto da voi citato nel quale esprimete la vostra convinzione che "Io venga manovrato", rispondo semplicemente che ho un cervello con il quale pensare liberamente senza dipendere da logiche di partito o da padroni pronti a censurare il dissenso.
Esprimo di nuovo il mio dissenso verso un passaggio da voi citato "idee chiare e forti che il nostro Movimento ha e che da sempre espone in maniera trasparente senza nascondersi dietro le false ipocrisie". Se fossi in voi avrei molte difficoltà nel condannare l' iprocrisia che affligge gli altri, ciò è dimostrato dalle azioni dei vostri rappresentanti nell' assemblea legislativa. Sventolare la bandiera della legalità al Nord e rendersi complici dell' approvazione della prescrizione breve, dimostra la vostra poca coerenza tra le parole e i fatti, ovviamente da un mio legittimo punto di vista.
Rinnovo la mia solidarietà nei confronti del Sindaco e l' impegno verso la difesa delle opinioni differenti dalle mie. Spero che voi possiate fare altrettanto.
Cordiali saluti Italiani
Riccardo Magni
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco