Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 311.316.845
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 16 aprile 2011 alle 19:11

Non sono stati umani con te

"Restiamo umani" era il suo motto, ma umani non sono stati coloro che l'hanno vigliaccamente ucciso.
Vittorio ha avuto una vita breve ma intensa, dedicata alla pace, alla non violenza, alla difesa dei più deboli.
Nel momento in cui ho acceso la radio, ieri mattina, mi era sfuggito il nome, ma quando ho sentito "ucciso pacifista nato a Besana Brianza" ho avuto un brivido e ho capito che era lui.
Non ce ne sono in giro molti, di giovani pronti a rischiare la vita per un ideale, e lui era uno dei pochi.
E' stata la prima cosa che ho pensato: Mio Dio, ma allora esistono ancora dei giovani pronti a morire per seguire un sogno! Subito dopo ho pensato a sua mamma. Mi sono sentita in colpa al suo posto, in colpa per avergli trasmesso certi ideali.
Come conoscevo Vittorio? Per sentito dire, perchè una mia cara collega è amica di sua mamma, e quando succedeva qualche tragedia in quella terra insanguinata chiedevo notizie di questo ragazzo speciale.
L'ultima volta che ne avevamo parlato la mia amica mi informò che era stato incarcerato e picchiato dai soldati israeliani.
Adesso Hamas darà la colpa al governo di Israele, ipotizzando che i salafiti che l'hanno rapito picchiato e ucciso siano stati pagati da questo; Israele darà la colpa ai palestinesi, dicendo che il governo di Hamas non è in grado di controllare le frange estremiste; la gente che parla per niente dirà che se l'è cercata, che non val la pena difendere i palestinesi perchè guarda come ti ripagano.
Al di là della dinamica dell'assassinio, credo che a uccidere Vittorio siano stati tutti coloro -da entrambe le parti- che vogliono che in quella terra non smetta mai di scorrere sangue.
Abbraccio la mamma e il papà di Vittorio.
Silvia
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco