Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 309.968.986
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 21 aprile 2011 alle 19:12

La testimonianza dell'On.Codurelli

"Ieri sera ho accolto Vittorio all'aeroporto di Fiumicino, assieme ad una folta delegazione del Comune di Bulciago guidata dal Vicesindaco e tante altre persone. Per me è stato importante come lo è stato ricordarlo in Aula nella giornata di Martedì.
Importante, perché Lecchese e perché barbaramente ucciso nella striscia di Gaza, dove viveva da 3 anni. Vittorio non metteva in conto di morire a Gaza, anche se sapeva che sarebbe potuto succedere. Sentiva la morte vicina a sè, ma non viveva con questo pensiero fisso. Pensava a fare del bene per quella gente. Doveva ritornare nei prossimi giorni per un appuntamento in Sicilia in memoria di Peppino Impastato, ma anche per i suoi cari. Vittorio amava quella terra e anche quel popolo, lui si sentiva palestinese e viveva come uno di loro. Il Pensiero di Vittorio, quel suo ribadire l'importanza della solidarietà tra gli esseri umani anche in condizioni inumane, rimarrà per sempre nei nostri ricordi. Vittorio era un testimone di questo tempo, TEMPO ancora troppo pieno di contraddizioni. Mancherà a tutti la sua voce. La tragica notizia dell' uccisione di Vittorio ha riempito tutti noi, tutta la comunità, ma non solo, di profondo dolore. Si, perché è inaccettabile che un giovane volontario, impegnato in prima linea nella battaglia per i diritti umani, sia stato colpito in modo così barbaro. Tante, tantissime sono state le manifestazioni di solidarietà, arrivate da ogni luogo alla famiglia e all'amministrazione Comunale: dal presidente della Repubblica al Cardinal Tettamanzi. Nel mio intervento in Aula ho chiesto al governo di adoperarsi per accertare tutte le responsabilità di questo barbaro assassinio, ma anche facilitare le operazioni di rientro della salma sino al comune di Bulciago. Alla famiglia di Vittorio, deve arrivare tutta la nostra vicinanza e solidarietà impegnandoci a non dimenticare un giovane che ha speso la sua vita per una nobile causa. Questa vicenda ripropone in tutta la sua drammaticità la questione del conflitto israelo-palestinese ed in particolare della situazione e dell'embargo di Gaza. E le istituzioni non possono non occuparsene".
On. Lucia Codurelli
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco