Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 309.975.951
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 22 aprile 2011 alle 17:20

Vittorio Arrigoni: il silenzio della Cisl

Gentile redazione di Merateonline, ci sentiamo in obbligo di dire la nostra su la scomparsa di un grande Uomo, Vittorio e sul cordoglio espresso da "quasi" tutti. Crediamo che, riguardo alla questione palestinese, ognuno la possa pensare come meglio creda ma, è innegabile che Vittorio Arrigoni abbia speso la sua vita per gli altri, rinunciando a se stesso per gli altri. E solo per questo motivo meriti il rispetto di tutti, meriti il cordoglio di tutti. Siamo sconcertati dal modo in cui la Cisl di Lecco, "capitanata" da Colleoni Valerio, non si sia espressa. Nessuno chiede ad un sindacato apolitico (se ha ancora senso sostenere tale tesi) di prendere una posizione a favore della Palestina, ma almeno due righe di cordoglio, pensando che la madre, Egidia (tra l'altro una donna incredibile, unica) lavori con loro da almeno 15 anni. Ed invece nulla. Il silezio assoluto. Crediamo che sia un fatto estremamente grave. Magari poi saranno con la loro bella faccia in prima fila ai funerali (tutti noi ci auguriamo che se ne stiano a casa), ma devono solo riflettere sulla gravità del loro errore. Un grande Uomo va solo rispettato per quello che ha fatto. Speriamo che il suo sacrificio serva per far parlare degli orribili fatti che ogni giorno succedono in quelle terre. Grazie Vittorio, grazie. Vivrai sempre con noi nei nostri umili cuori.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco