Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 327.820.267
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 07 maggio 2011 alle 19:19

Maresso Vive rimasta senza strutture e la società di calcio in difficoltà, ma nessun aiuto dal nostro Comune

Ieri con profondo rammarico abbiamo appreso la notizia che da quest'anno a Maresso non ci sarà più nessun momento d'aggregazione , nessun momento di festa , nessuna occasione per stare insieme allegramente ascoltando musica , facendo un balletto insieme o mangiando un boccone in compagnia. Il motivo , l'associazione Maresso Vive che da anni animava le calde serate di fine giugno e inizio luglio ha deciso di vendere i propri capannoni e cessare l'organizzazione di sagra e concerti.
Tutto questo per le ''problematiche'' tra due cooperative proprietarie del terreno dove venivano allestiti i tendoni, ma principalmente per il mancato sostegno, del comune di Missaglia.
Questa giunta ha prima usufruito della struttura per ospitare gemellaggi e bambini bielorussi, ha aumentato la notorietà e il blasone del comune con il patrocinio dei concerti di gruppi musicali di primo piano a livello regionale e nazionale.
Quando però ce n'è stato bisogno, se n'è lavata le mani. Nemmeno una chiamata , un incoraggiamento, un piccolo aiuto, niente. Quello che il comune non capisce è che questa cosa va a discapito di tutte le associazione del paese e non, che hanno ricevuto le strutture per manifestazioni di beneficenza a titolo gratuito dall'Associazione Maresso Vive. Verranno colpite anche associazioni o simili (oratorio Maresso , parrocchia di Maresso e asilo di Maresso) che in questi anni hanno ricevuto sovvenzioni da Maresso Vive per la realizzazione di opere.
Non è però la prima volta che il nostro comune abbandona un associazione al suo destino perché l'ha già fatto con il Maresso calcio , quando di fronte alla richiesta di fare da tramite tra la stessa e la Missaglia Sportiva, per poter usufruire del campo di calcio a un costo abbordabile, ha declinato l'invito adducendo alla solita burocrazia e ad una convenzione tra il comune e la Missaglia Sportiva non impugnabile. Risultato : i ragazzi del Maresso lasciati soli e costretti ad accettare di pagare la bellezza di 250 euro a partita come affitto del campo sportivo (senza l'utilizzo delle luci) , praticamente se andavano a giocare fuori dal comune , pagavano la stessa cifra e Maresso è nel comune di Missaglia se non sbaglio !!!!
Dopo Maresso Vive , c'è la possibilità che a fine anno , dopo 40 anni e un anno da protagonista in seconda categoria , chiuda definitivamente anche il calcio a Maresso per i costi esorbitanti che deve sostenere per il campo di gioco e il campo d'allenamento all'oratorio di Maresso. Anche questo avverrà senza che il comune abbia mosso un dito. Al contrario ci sembra che quando Missaglia Sportiva due anni fa era sull'orlo del fallimento, il Vice sindaco ha chiamato all'appello gli imprenditori del territorio per salvare la società.
Beh che dire , questo comune ha proprio a cuore le associazioni che ci sono al suo interno, ma anche noi caro sindaco ci ricorderemo del suo "aiuto" quando andremo alle urne tra un anno. Per la prima volta molti di noi non voteranno Lega Nord e non sbaglieranno a votare questa volta.
Un gruppo di giovani di Maresso
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco