• Sei il visitatore n° 339.393.766
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 03 giugno 2011 alle 04:57

Valmadrera: Una scommessa vinta

Ho partecipato in qualità di "uditore" (regolarmente iscritto) al corso organizzato da Progetto Valmadrera intitolato "Una scommessa in Comune" e riservato ai giovani dai 16 ai 26 anni interessati dell'amministrazione della propria comunità, che si è concluso una decina di giorni fa.

Voglio precisare che non è intenzione né del PD né del centro-sinistra è tanto meno del sottoscritto prendere meriti non propri, anzi evidenziare come Progetto Valmadrera abbia esteso l'invito a tutti i nati in quella fascia di età, indipendentemente dalle loro idee politiche, e questo dovrebbe far riflettere parecchio per ripetere l'iniziativa in altre esperienze di liste civiche del territorio.

Ho seguito tutti gli appuntamento dedicati ai vari temi e posso affermare che merita un encomio l'organizzazione, perché è stata capace di affrontare argomenti, non certo facili seppur di differente livello, in modo pratico e sempre interessante, anche grazie all'impostazione ben architettata per rendere le serate meno pesanti.

Un metodo che consiglio di considerare anche in altri eventi, e cioè incastrare un piccolo break dopo le rapide ma puntigliose relazioni degli ospiti, durante il quale i ragazzi che partecipavano al corso non solo potevano "staccare la spina" per qualche minuto e prepararsi meglio al dibattito finale, ma avevano modo di incontrare e scambiare opinioni e battute con i relatori, "rompendo" così quel divisorio parlatore - ascoltatore e permettendo, a tu per tu, di parlare liberamente e passare dal chiedere le "curiosità da bar" come far domande più dirette e decise.

A parte tutto ciò, il fattore più positivo è stato vedere questo nutrito gruppo di ragazzi partecipare volentieri agli incontri, ascoltare e prendere appunti quasi volessero, usando un modo di dire, "rubare il mestiere" ai vari relatori.

Soprattutto hanno dimostrato che ci sono tanti giovani pronti a voler conoscere e imparare e che sono interessati a impegnarsi direttamente nella vita pubblica.

Dei presenti non saprei certo dire quanti continueranno su questo cammino intrapreso concentrando i loro sforzi in associazioni o liste civiche o addirittura partiti.

Certamente rappresentano una speranza per la politica di oggi, tuttora presidiata anche a livello locale da troppi che faticano a passare il testimone spesso sfruttando la scusa che non ci sono ancora nuove leve pronte.

Risultati positivi come questa "scommessa", a mio parere stravinta, sono la dimostrazione che un futuro migliore a livello sociale e politico è possibile, anzi ci invita a non arrenderci per continuare a mettere il nostro impegno ancora a disposizione.

Concludo con una riflessione personale.

Ritengo che corsi o eventi come questo sarebbero una bella abitudine che tanti comuni potrebbero prendere, soprattutto se, come accaduto a Valmadrera, non si svolgono in periodo di campagna elettorale ma nel mezzo del mandato, dimostrando che l'importanza è data al formare le nuove generazioni e non certo al cercare voti.

Perché credo che solo la soddisfazione di vedere tanti under 30 bramosi di conoscenza e interesse verso la macchina comunale, vale il prezzo della sfida che si raccoglie nel lanciare simili "scommesse".

Un gesto di speranza, un investimento in futuro.

Alessandro Crimella – Coordinatore PD Valmadrera
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco