Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 262.357.930
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 29 giugno 2011 alle 07:57

Lecco: festa per i 237 anni dalla fondazione della Guardia di Finanza. In cinque mesi scoperti 9 evasori totali, 13 denunce


LA CELEBRAZIONE A VILLA MANZONI

Presso la suggestiva cornice di Villa Manzoni il Comando Provinciale della Guardia di Finanza ha celebrato nella serata di martedì 28 giugno il 237° anniversario della fondazione del Corpo con le massime autorità civili, religiose e militari della Città. Presenti anche nello schieramento i Labari delle Associazioni combattentistiche e d'arma, il Gonfalone della Provincia e della Città di Lecco, decorato di medaglia d'argento al Valor Militare.


L'apertura della celebrazione è avvenuta con la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che ha definito la Guardia di Finanza "un presidio fondamentale al mantenimento della sicurezza e della legalità dell'attività economica" elogiandone professionalità e compattezza, che permettono al Corpo di ottenere risultati sempre più positivi. Ricordato anche il saluto del Generale di Corpo d'Armata della Guardia di Finanza Nino Di Paolo, dove il lavoro del finanziere è definito onorevole e bisognoso di sensibilità etica e culturale per essere svolto al meglio.

Da sinistra il questore Fabrizio Bocci, il giudice Ambrogio Ceron e ultimo a destra il ten. col. dell'Arma dei carabinieri Marco Riscaldati

È stata poi la volta del saluto del Colonnello Luigi Bettini, Comandante Provinciale del Corpo, che ha voluto innanzitutto ringraziare i suoi uomini, "i quali - ha detto - con impegno quotidiano, sacrificio ed efficienza permettono di conseguire risultati di rilievo nell'ambito della lotta all'evasione fiscale e ad altre violazioni";

 La lettura del messaggio del col. Luigi Bettini, comandante provinciale

"ringrazio anche le autorità cittadine, la prefettura e la magistratura per la fiducia accordataci: la linea che vogliamo continuare a perseguire implica legalità, trasparenza, professionalità. Siamo al servizio dei cittadini, questo è il nostro compito ed il nostro onore" ha detto il Colonnello prima di concludere il suo intervento con un saluto al Sindaco Virginio Brivio, in questi giorni a Roma.


Durante la cerimonia sono stati premiati sei finanzieri che si sono distinti in brillanti operazioni di servizio:
- encomio semplice consegnato dal Prefetto di Lecco Marco Valentini ai Cap. Andrea Crisari, Mc. Fabio Tondo e App. Isidoro Inzillo che tra il novembre 2009 e il maggio 2010 hanno fornito valido apporto all'esecuzione di una complessa indagine di polizia giudiziaria volta ad individuare e smantellare un'organizzazione dedita alla produzione e vendita di cosmetici e profumi contraffatti risultati dannosi per la salute.


- encomio semplice consegnato dal Presidente della Provincia Daniele Nava ai Lgt Maurizio di Blasi e Mc Elpidio Crispino per aver collaborato ad una complessa attività di polizia tributaria e giudiziaria su tutto il territorio nazionale nei confronti di una società cartiera che emetteva ed utilizzava fatture per operazioni inesistenti, svoltasi tra il gennaio 2008 e il maggio 2010.


- elogio consegnato dal Presidente del Tribunale Renato Bricchetti al Mc. Walter Curto per elevate qualità morali, culturali e tecnico professionali che gli hanno consentito di riscuotere il convinto apprezzamento della Gerarchia. La cerimonia di celebrazione si è conlcusa con la lettura della preghiera del Finanziere e con un rinfresco nel parco della Villa in compagnia di parenti e amici.


Il taglio della torta del colonnello Luigi Bettini

I NUMERI
Nei primi cinque mesi dell'anno sono stati eseguiti 2.259 controlli tra verifiche e controlli strumentali. Sono stati individuati ai fini dell'imposizione diretta 28 milioni di euro di reddito non dichiarato. Da gennaio a maggio sono stati scoperti 9 evasori totali e 8 lavoratori in nero. Per quanto riguarda i controlli relativi alle prestazioni sociali agevolate (settore sportello affitto) ne sono stati effettuati 40 e di questi 18 sono risultati irregolari. Complessivamente il Corpo ha spiccato 13 denunce all'autorità giudiziaria per reati fiscali.


Per quanto riguarda i controlli strumentali sono stati eseguiti 2.028 interventi. 297 le ricevute fiscali verificate di cui 8 con omesso rilascio e 1 per corrispettivo inferiore. 1.113 gli scontrini controllati, di cui 95 materialmente non emessi e 2 di corrispettivo inferiore. Nell'ambito dei servizi extratributari (contravvenzioni al codice della strada, ...) sono stati eseguiti 3 interventi con due violazioni e il sequestro di merce contraffatta.
"Noi intendiamocontinuare su questa linea di trasparenza, legalità ed efficienza" ha concluso Bettini "pergarantire sicurezza ai cittadini Lecchesi: d'altra parte chiediamomaggiore sensibilità da parte di tutti, perchè l'evasione non puòessere annientata solo con la repressione."
Caterina Franci - Rosa Valsecchi
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco