Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 264.020.107
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 29 giugno 2011 alle 13:21

Il presidente Nava: ''una decisione grave ed irresponsabile''

Il Presidente della Provincia e dell'ATO Daniele Nava stigmatizza il comportamento dei 30 Sindaci, quasi tutti di Centro-Sinistra, che "si sono assunti la responsabilità di sospendere l'iter di costituzione dell'Azienda speciale prevista da una legge vigente che non risulta essere né illegittima né in procinto di essere modificata. La decisione di sospendere questo percorso, che avrebbe portato a breve la discussione in Consiglio Provinciale, appare una decisione grave e irresponsabile, considerando la sinergia finora dimostrata dalle forze politiche e dagli amministratori locali nel settore del Servizio idrico e il fatto che nelle recenti sedute del Comitato ristretto dell'ATO questa eventualità non era mai stata prospettata. L'istituzione in tempi brevi della nuova Azienda Speciale avrebbe anche permesso di poter risolvere i gravi problemi di personale presso l'Ufficio d'Ambito e svolgere al meglio la funzione di Regolazione del Servizio".
Secondo il numero uno di Villa Locatelli, alla luce di quanto avvenyto e ai sensi dell'articolo 13bis della LR 26/2003, la regione potrebbe ora esercitare i poteri sostitutivi delle funzioni di regolazione del servizio idrico integrato della Provincia di Lecco.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco