Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 269.763.664
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 02 luglio 2011 alle 23:28

Dolzago: rapina in villa in Via dei Ronchi. Tre banditi assaltano casa e rubano un orologio

Tentativo di furto in villa sfociato in rapina nella notte tra venerdì 1 e sabato 2 luglio a Dolzago.
Teatro dell'episodio un'abitazione della centrale via don Enrico Ronchi, "visitata" pochi minuti prima della mezzanotte da un terzetto di malviventi.
Approfittando dell'oscurità, uno dei componenti della banda è riuscito a penetrare all'interno del giardino della villetta, issandosi sul terrazzo per tentare di forzare gli infissi dell'edificio.
Udito l'inatteso trambusto il proprietario, affacciatosi alla finestra, si è quindi trovato faccia a faccia con il ladro per alcuni brevi istanti. Senza perdersi d'animo il residente ha quindi lanciato una serie di urla in direzione dell'intruso, riuscendo nell'intento di mettere in fuga quest'ultimo.
Per accertarsi che l'inatteso "ospite" fosse davvero intenzionato a desistere dal tentativo di penetrare all'interno della casa, il residente della villetta ha quindi provveduto a rincorrere il malvivente sino al confine della proprietà, nei pressi del cancello scavalcato dal ladro.
Giunto alla cancellata per il malcapitato dolzaghese si è presentata l'ennesima sgradita "sorpresa" della serata. Ad aspettarlo acquattati dietro al cancello vi erano infatti gli altri due complici della "banda" che, approfittando della superiorità numerica, hanno affrontato faccia a faccia il residente assestandogli un calcio. Stordito dai colpi ricevuti, al dolzaghese è stato sottratto un orologio di marca Swatch prima che i malviventi decidessero di battere in ritirata per le strade del paese.
Al malcapitato residente non è restato che allertare i militari del la stazione dei Carabinieri di Oggiono, portatisi sul posto per raccogliere la testimonianza del proprietario della villa e dare l'avvio alle ricerche.
R.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco