• Sei il visitatore n° 340.381.961
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 17 luglio 2011 alle 12:10

Lago di Pusiano: i prelievi Asl confermano la balneabilità sulle spiagge lecchesi e comasche

Veduta del lago di Pusiano da Rogeno
Il lago di Pusiano conferma anche per il 2011 i requisiti di balneabilità. A dimostrarlo sono i prelievi effettuati sino ad ora, dall'Asl di Como e Lecco sulle spiagge dello specchio lacustre.
Per quanto riguarda la sponda lecchese, eccellente è risultata la qualità delle acque a seguito dei prelievi in zona Precampel a Bosisio Parini e alla Punta del Corno di Rogeno.
Un verdetto, quello della balneabilità, confermato anche dalle analisi dei punti significativi del lago, molto frequentati dai turisti e dai bagnanti: il camping di Eupilio, il lido di Moiana a Merone e Giardini a Lago a Pusiano.
Secondo quanto riferisce il Parco Valle Lambro, prima di pronunciarsi i tecnici hanno effettuato un'ispezione visiva, valutando la temperatura dell'aria e dell'acqua, il Ph (grado di acidità), l'ossigeno disciolto; sono state poi effettuate analisi sulla presenza di enterococchi, escherichia coli, alghe tossiche e altre tossine. E' stato effettuato anche un monitoraggio delle alghe. E tutto è risultato molto positivo.
Soddisfazione è stata espressa dal presidente del Parco Valle Lambro, Emiliano Ronzoni. ''Prosegue il lento ma inarrestabile miglioramento della qualità delle acque del lago di Pusiano'' ha commentato ''Tutti noi amministratori dobbiamo affiancare il lavoro della natura con un'azione più decisa. Immissioni inquinanti, troppo pieni dei paesi a monte e infestazione delle castagnole devono essere i primi obiettivi da mettere nel mirino''.
Le analisi sanitarie dei tecnici del Parco Valle Lambro nei mesi scorsi avevano già messo in luce che negli ultimi anni la qualità dell'acqua del lago di Pusiano era in netto miglioramento. Il Parco Valle Lambro ha iniziato a tenere sotto controllo il Lago di Pusiano fin dai primi anni di attività (1983): a partire dagli anni Ottanta fino a oggi c'è stato un lento ma costante miglioramento. Tra le tappe più significative: l'installazione del depuratore e poi la sempre maggiore riduzione dell'inquinamento fino all'anno scorso, quando è stata ripristinata la balneabilità.

Il lago di Pusiano visto dalla sponda di Bosisio

Per migliorare ancora la qualità delle acque, ora il Parco Valle Lambro vuole agire sugli ultimi scarichi rimasti, sugli scolmatori dell'impianto fognario e su alcune rogge che alimentano con i loro scarichi di nutrienti le alghe che spesso rendono il lago non vivibile. Ancora più incisivo sarà poi il controllo della fioritura delle alghe. Un problema che però ora i tecnici del Parco ritengono di poter tenere sotto controllo con alcuni accorgimenti: un maggiore controllo del livello delle acque del lago; l'attivazione di una zona di fito-depurazione dello scarico del Segrino nel Lago di Pusiano; la deviazione della Roggia Molinara a Eupilio; l'abbattimento degli scarichi dei canali scolmatori a lago (se ne contano almeno 10) con l'attivazione di filtri di fito-depurazione.
E c'è infine in programma l'adeguamento e il miglioramento nei punti più critici della rete fognaria comunale e consortile, e sugli scolmatori più problematici; la creazione di zone verdi in alcuni punti chiave lungo la sponda del lago in modo da ridurre, e possibilmente azzerare, l'effetto degli elementi contaminanti, e nello stesso tempo di aumentare il valore naturalistico ed estetico del lago.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco