• Sei il visitatore n° 339.311.867
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 05 settembre 2011 alle 19:11

Costa M.: disdetto l'accordo tra Rsi e Trenitalia sulla manutenzione

Continua a crescere tra i lavoratori la preoccupazione in merito alle sorti della Rsi International di Costa Masnaga.
A seguito dell’ultima assemblea tra dipendenti e sigle sindacali, tenutasi nella mattinata odierna, è emerso un ulteriore segnale di allarme circa il futuro del polo produttivo masnaghese.
“Nel corso dell’incontro abbiamo comunicato l’avvenuta disdetta dell’accordo in essere tra Rsi e Trenitalia sulla manutenzione corrente – ci ha spiegato Enrico Civillini, segretario della Fim Cisl lecchese – tale attività di manutenzione pur non toccando fisicamente il sito di Costa rappresenta un atto grave alla luce delle prospettive future dello stabilimento. I lavoratori sono preoccupati, a fine ottobre avrà termine la cassa integrazione e al momento non si hanno notizie certe circa la prosecuzione delle attività. A giorni, a ore ci aspettiamo una convocazione per la riapertura delle procedure manutentive, oltre a un incontro con Trenord per cercare di continuare il percorso tracciato negli ultimi mesi”.
Nel frattempo a partire dal 1°luglio per i lavoratori dello stabilimento masnaghese sono mutate le modalità di pagamento degli stipendi arretrati, passate direttamente in carico all’Inps e non più quindi all’azienda che allo stato attuale deve ancora liquidare le mensilità di maggio e giugno 2011.
“Purtroppo non vediamo possibilità di sblocco della vicenda nel breve termine, le solite questioni risultano ancora aperte e in mancanza di sostanziali cambiamenti l’orologio corre veloce verso la scadenza di ottobre – ha concluso Civillini – il nostro lavoro sarà quello di mettere insieme la quotidianità dei dipendenti con la prospettiva futura di impiego nell’azienda. A tale proposito occorrono punti fermi dove la dirigenza metta finalmente sul tavolo il proprio status, i propri progetti futuri e le tempistiche necessarie a realizzarli. Ci devono dire insomma cosa vogliono fare”.
Ulteriori incontri con i lavoratori saranno programmati nelle prossime settimane, in caso di novità a seguito di eventuali incontri tra le parti interessate.
R.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco