Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 277.645.894
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 05 settembre 2011 alle 20:40

Castello: più di un centinaio all'evento per sensibilizzare sulla sindrome ''post- polio''

Successo per l'iniziativa "Insieme per crescere", tenutasi domenica presso l'area feste di Prestabbio, a Castello Brianza.
Un pranzo con lo scopo di raccogliere fondi e sensibilizzare l'opinione pubblica sulla poliomielite e soprattutto sulla sindrome post-polio. Il pranzo ha visto la partecipazione di ben 110 ospiti, che hanno mangiato sotto un tendone appositamente montato dai ragazzi della scuola di arti marziali Bushi Karate-do, che ha collaborato con l'associazione nazionale polio sindrome post-polio per la riuscita dell'evento.

Lo staff che ha organizzato l'evento ''Insieme per crescere''

"Siamo soddisfatti dal numero degli iscritti, ben 110, che è al di sopra delle nostre aspettative" ha affermato Giuseppe Gerin, presidente della scuola di Karate "siamo anche contenti del clima di collaborazione che si è creato e del momento di aggregazione che ne è scaturito".
Anna Lissi, la vice-presidente dell'associazione nazionale polio sindrome post-polio ha poi spiegato gli obiettivi del sodalizio.



"La nostra associazione esiste dal 2002 e ha lo scopo di far conoscere le problematiche dei 120.000 italiani una volta affetti da poliomielite e oggi potenzialmente vittima della sindrome post-polio, un'atrofia muscolare progressiva riscontrata da alcuni ricercatori, ma ancora non riconosciuta dallo Stato italiano. Dal 2004 a oggi, l'associazione si è rivolta al Parlamento a ogni cambio di legislatura, ma invano. Ora confidiamo nel disegno di legge presentato dall'onorevole lecchese, Lucia Codurelli perchè qualcosa cambi. Una maggior attenzione permetterebbe la riapertura dei centri di ricerca e di riabilitazione che sono stati gradualmente chiusi in seguito alla fine della minaccia della poliomielite".

Da sinistra Giuseppe Perego, Giuseppe Gerin, Anna Lissi e Paolo Albani

"Voglio ringraziare il maestro di Karate Donato Tentorio, Giuseppe Gerin e i loro ragazzi, che hanno reso possibile questo pranzo e questa bella giornata"
ha concluso la Lissi.
La parola è passata poi a Paolo Albani, maestro di ballo di Merate. "Io e mia moglie siamo rimasti colpiti da Dance Ability, la manifestazione promossa dall'associazione nei mesi scorsi e abbiamo deciso di proporre un'iniziativa simile, chiamata Dance in life, che si terrà a ottobre presso la nostra scuola di ballo" .




Spazio infine all'intervento di Giuseppe Perego, un appassionato alpinista che ha raccontato la sua esperienza di camminatore nonostante le difficoltà motorie all'arto inferiore destro. La sua testimonianza è stata accompagnata da foto delle sue escursioni su alcune delle montagne più alte d'Europa.
Giuseppe Gerin ha infine concluso con i saluti e i ringraziamenti. "Ringraziamo gli sponsor e tutti i volontari della cucina e del barbecue, Franco, Luigi, Lucio ed Ettore."

Anna Lissi

Il bilancio dell'evento è stato decisamente positivo, e non sono mancate lacrime di commozione fra gli organizzatori, che hanno visto realizzarsi un'iniziativa la cui preparazione risaliva al luglio scorso e che è stata portata avanti con grande passione.
Davide Colombini
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco