Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 269.764.078
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 07 settembre 2011 alle 18:01

Dolzago: auto ariete contro la tabaccheria Fumagalli. ''Ripulite'' le slot, danni ingenti

Nuova spaccata ai danni di un pubblico esercizio questa notte a Dolzago. Il colpo è stato messo a segno verso le 3 di questa notte da alcuni malviventi che hanno sfondato una delle vetrine laterali della centralissima tabaccheria Fumagalli di via Roma. Un furto che sarebbe stato messo in atto nell’arco di una manciata di minuti.


Dopo aver sfondato la vetrina e la saracinesca utilizzando una vettura come ariete, i malviventi si sarebbero infatti introdotti nella tabaccheria svuotando macchinette e sottraendo ulteriore contante custodito nel locale allontanandosi quindi in tutta fretta. Un vero e proprio colpo lampo che sarebbe fruttato loro parecchie migliaia di euro.
Immediato l’intervento dei carabinieri e dei proprietari che, allertati dall’allarme, si sono subito portati sul posto. Ma quando sono arrivati purtroppo dei ladri non c’era più traccia.


I militari sono proprio in queste ore sulle tracce dei malviventi e cercheranno di ottenere ulteriori elementi utili per le indagini attraverso le registrazioni delle telecamere.
Nel frattempo è tanta la rabbia del gestore, che si è trovato a dover fare i conti con il secondo furto nell’arco di due settimane: “Non appena è suonato l’allarme sono arrivato subito, così come i Carabinieri, ma erano già fuggiti. Hanno svuotato tutto, macchinette e contanti. E il danno non si limita a quello che hanno portato via: la saracinesca è sfondata, la vetrina distrutta e mi hanno spaccato anche un calorifero, stamattina c’era acqua dappertutto. Venti giorni fa sono entrati nella mia abitazione e me l’hanno ripulita. I furti sono all’ordine del giorno. Sono stanco, non si può lavorare un anno per mantenere quattro balordi”.

M.M.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco