• Sei il visitatore n° 361.290.438
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 12 settembre 2011 alle 18:07

Barzanò, Cassago, Cremella, Sirtori: più di 160 le famiglie che hanno aderito al 'fondo di solidarietà' per persone senza un lavoro

La parrocchia di Barzanò, sede
del centro di ascolto Caritas
Sono 162 le famiglie delle parrocchie di Barzanò, Cassago, Cremella e Sirtori che hanno aderito all'iniziativa del ''Fondo di solidarietà''. Un progetto che nasce con lo scopo di promuovere iniziative di sostegno al reddito per i nuclei residenti nei quattro comuni sopra citati che, senza distianzione di fede, nazionalità o opinione politica, si trovano in una situazione di grave difficoltà economica a causa della riduzione o della perdita del posto di lavoro.
La gestione di questo fondo è affidata ad un consiglio composto da un presidente, un segretario e da quattro consiglieri (uno per ogni parrocchia) che avranno il compito di valutare attentamente le richieste di aiuto pervenute e decidere le modalità di erogazione del contributo.
Il ''Fondo di solidarietà'' è alimentato dalle offerte dei fedeli che hanno deciso di aderire all'iniziativa. Secondo i dati aggiornati alla fine di luglio, sino ad ora sono state 75 le famiglie che hanno deciso di destinare una quota mensilmente (partendo da un minimo di 10 euro), mentre 87 i nuclei che hanno optato per un unico versamento annuale o una tantum.
Per il momento il fondo ammonta a circa 20mila euro.
Destinatari dei contributi sono le persone residenti nei quattro comuni che abbiano subito una riduzione di lavoro o l'abbiano perso per contratti a termine non rinnovati, riduzione del personale o chiusura dell'azienda. La priorità sarà data a coloro che non godono di alcun ammortizzatore sociale o di altre forme di sussidi.
L'iniziativa avrà durata di un anno e proseguirà la propria attività secondo i bisogni del momento e nei limiti delle disponibilità finanziarie.
Per ottenere il contributo, gli interessati dovranno rivolgersi al Centro di Ascolto di Barzanò o al referente per la propria parrocchia.
G.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco