Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 328.064.918
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 19 settembre 2011 alle 09:06

Pasturo: sotto il diluvio il trofeo Scaccabarozzi organizzato dal Cai Missaglia

Un vero e proprio diluvio ha causato non pochi grattacapi alla finale di coppa del mondo ISF 2011. Nella giornata che festeggiava il nuovo primato iscrizioni (461 adesioni con 235 sulla lunga e 226 sulla corta) con 51 stranieri provenienti da ben 13 nazioni, una pioggia battente con tanto di grandine in quota a gara in corso ha costretto gli organizzatori ad un'ulteriore modifica del percorso alternativo.

La partenza della competizione

I disguidi che ne sono seguiti hanno mandato fuori tracciato alcuni dei protagonisti, rimescolando le carte in tavola nelle posizioni a ridosso del podio. Al termine di una prova resa a dir poco ostica dal nubifragio, a vincere è stato il britannico Tom Owens 2h23'54" sul campioncino di casa Stefano Butti 2h24'13" e sullo spagnolo Luis Alberto Hernando. Nella gara in rosa una Emanuela Brizio fresca di titolo italiano ha superato la leader di coppa Oihana Cortazar giungendo in solitaria al traguardo di Pasturo con il tempo di 2h57'52". Seconda piazza per la Cortazar - 2h59'13" e medaglia di bronzo per la sua connazionale Nuria Dominguez Azpeceta - 3h05'23"-.

 

A fini della classifica di Coppa Luis Alberto Hernando ha vinto il titolo 2011 davanti all'azzurro Mikhail Mamleev e all'altro iberico Jabi Olabarria. Nella graduatoria in rosa l'unica novità è stata determinata dall'assenza della transalpina Stephanie Jimenez che, non presenziando alla finale, ha di fatto anche perso il podio finale. Come da pronostico, si è quindi imposta Oihana Cortazar su Emanuela Brizio e Corinne Favre.

Il gruppo di testa

Per quanto riguarda la cronaca di gara, nella prima frazione sino al rifugio Porta transitavano appaiati il lecchese Nicola Golinelli, il britannico Tom Owens e lo spagnolo Luis Hernando. Dopo l'inatteso giro di boa, determinato dal precipitare delle condizioni meteo e praticamente imposto dagli uomini del soccorso alpino, l'altro lecchese Stefano Butti ha approfittato di alcune indecisioni dei fuggitivi per cucire il gap e provare a scrivere il proprio nome nell'albo d'oro di questa prestigiosa gara.

E mentre la competizioni perdeva alcuni protagonisti del calibro di Golinelli, Gotti, Piller Hofer e Oscar Mil Casar, tutti gli altri continuavano a sfidare le intemperie su un percorso che era passato dagli originali 35km (4200m di dislivello totale) a 31km (2600m dislivello totale).

A risultare decisiva in entrambi i casi è stata la discesa finale con Owens e la Brizio che osando maggiormente sono riusciti a staccare un prestigioso sigillo in una stagione per loro già ricca di soddisfazioni.


MEZZA MARATONA

Valtellinesi alla ribalta nella mezza Città di Pasturo grazie ai successi di Raffaella Rossi (Team Valtellina) e Daniele Zerboni (Sportiva Lanzada). Loro i più veloci tra i 226 iscritti a questa mezza maratona sempre più dal sapore internazionale. Se al maschile Zerboni ha approfittato di un dritto al giro di boa del tedesco Helmut Schiessl per salutare il camoscio messicano Ricardo Mejia e centrare l'ennesimo oro stagionale, nella gara in rosa l'azzurra di specialità ha gestito le energie tenendo sempre a debita distanza le rispettive avversarie.

La partenza della mezza maratona

Classifica alla mano Zerboni si è imposto con il tempo di 2h06'58", mettendo in fila Ricardo Mejia -2h08'29"- e il premanese Gianola Erik -2h10'01"-. Al femminile, invece, la Rossi ha trionfato in 2h40'19" con un discreto margine sulle locali Daniela Gilardi -2h49'53"- e Manuela Buzzoni - 3h03'25"-.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco