Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 230.998.265
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
ozono
Valore limite: 180 µg/mc
indice del 02/07/2020

Lecco: V.Sora: 148 g/mc
Merate: 155 µg/mc
Valmadrera: 175 µg/mc
Colico: ND
Moggio: 159 µg/mc
Scritto Giovedì 10 novembre 2011 alle 21:50

Provincia: obbligo catene o pneumatici da neve

CONFERMATO L'OBBLIGO DI CIRCOLAZIONE CON CATENE O PNEUMATICI INVERNALI IN PRESENZA DI FENOMENI NEVOSI.


L'Assessore ai Lavori Pubblici e Viabilità Stefano Simonetti, in vista dell'imminente periodo invernale, informa che anche per quest'anno, in tema di provvedimenti necessari per garantire la sicurezza degli automobilisti e servizi di emergenza, per tutte le strade di proprietà e competenza provinciale vale quanto disposto dall'ordinanza già in vigore lo scorso inverno e rinnovata anche quest'anno.
L'ordinanza prevede l'obbligo di circolazione con catene o pneumatici da neve in presenza di qualsiasi fenomeno nevoso, così come previsto dal Codice della Strada che stabilisce che l'Ente proprietario della strada può con propria ordinanza "prescrivere che i veicoli siano muniti ovvero abbiano a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o ghiaccio".
"Questo provvedimento - spiega l'Assessore Simonetti - è reso necessario per evitare che i veicoli in difficoltà producano blocchi della circolazione, rendendo difficoltoso, se non impossibile, garantire i servizi di emergenza, di pubblica utilità e lo sgombero della neve. Il provvedimento non obbliga il cittadino all'acquisto delle catene da neve, ma impone l'obbligo di circolazione con catene o pneumatici solo in presenza di fenomeni nevosi e non la presenza a bordo del veicolo durante tutto l'inverno. Auspico che le forze deputate al controllo dei mezzi pesanti per il trasporto siano rigorosi e severi nel verificare che tutti i mezzi pesanti, in particolare quelli stranieri che più di una volta hanno creato tanti disagi alla circolazione provinciale, siano dotati di tali strumenti antisdrucciolevoli indispensabili per garantire una circolazione in sicurezza su tutte le strade della Provincia di Lecco".
In questo contesto la forte sinergia che lega l'assessorato ai Lavori Pubblici e Viabilità alle competenze assegnate alla Provincia in materia di Protezione Civile Trasporti e Mobilità, in capo all'Assessore Franco De Poi, ha portato alla stesura del Piano di Gestione delle Precipitazioni Nevose sulla rete stradale Provinciale, che prevede l'azione corale di tutti i soggetti coinvolti, Comuni, Organizzazioni di Volontariato e forze dell'Ordine.

"L'avvio delle procedure del Piano Neve e la condivisione fra tutti i soggetti interessati di un documento che individua le criticità sulla rete stradale di competenza provinciale oltre che della parte gestita da ANAS lungo la SS36 - conferma l'Assessore De Poi - rappresenta il punto cardine e di fondamentale importanza per una gestione coordinata degli eventi nevosi che spesso si traducono in disagi per l'intero sistema della mobilità. Questa criticità deve essere affrontata in forma unitaria e complessiva, in quanto un solo anello debole del sistema può caratterizzare in negativo anche l'attività degli altri. In questo contesto posso affermare che l'incontro odierno convocato presso la Provincia di Lecco per parlare del Piano Precipitazioni Nevose ha riunito attorno allo stesso tavolo gli enti gestori delle strade, quali Comuni, Provincia e ANAS oltre ai comuni con popolazione superiore ai 10.000 abitanti titolari della gestione stradale nel territorio comunale, e le aziende che effettuano il Trasporto Pubblico Locale, come Linee Lecco e Lecco Trasporti, acquisendo da parte di tutti rassicurazioni circa l'impegno comune ad affrontare le eventuali criticità connesse agli eventi nevosi che possono verificarsi nei prossimi mesi. Accanto alle attività messe in campo dagli Enti competenti, resta comunque fondamentale il contributo dei singoli cittadini che devono attuare ogni sforzo e ogni attenzione, nell'ottica di autoprotezione, per evitare danni per sé e per gli altri adeguando le proprie abitudini alle condizioni ambientali".

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco